Domenica 18 Agosto 2019
   
Text Size

'ORDINE' DI RIMOZIONE BAGNI. ORONZO: 'BASTA, VENDO'

cala-paura-vetro

ESCLUSIVO

Oronzo Pellegrini, titolare dello stabilimento a Cala Paura, ha ricevuto due giorni fa, un'altra ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi, emanata dall’Ufficio Tecnico comunale di Polignano. Sarebbe un ‘ordine’ di demolizione dei contestatissimi bagni autorizzati nel 2005.

“Ora basta, vendo tutto, non ne posso più”. Questo il commento a caldo del signor Pellegrini, ai telefoni di Polignanoweb – La Voce del Paese.

“Assurdi i cavilli sui servizi igienici – prosegue – i servizi pubblici non si possono contestare. Posso capire la copertura per la quale avevo chiesto la sanatoria, anche se poi vi ho rinunciato. Posso capire le docce, che poi ho spostato dietro. Ma chiedere di demolire i bagni è assurdo. Farlo a pochi giorni dalla sentenza del Tar è snervante”.

Il Tar di Bari infatti, si esprimerà il 24 febbraio prossimo, a proposito dei contestati bagni, delle licenze (contestate pure quelle dal comune di Polignano) e della manutenzione del chioschetto. La battaglia legale prosegue ormai da tanti anni. Se il 24 Oronzo perdesse davanti al Tar, gli resterebbe il Consiglio di Stato come ultimo grado in giudizio, con ulteriori spese legali a carico del Comune e del privato (il titolare Pellegrini).

Nonostante il Tar di Bari e i giorni disponibili fino al 24, Pellegrini confessa di voler rinunciare e vendere tutto. “Perché è una guerra persa – conclude amareggiato – le spese legali cominciano a lievitare paurosamente. Sono il vero ostacolo, anche perché ci rimetto di tasca mia, a differenza della controparte per le cui spese legali pagano i cittadini. Mi sono indebitato fin troppo per questa guerra assurda, per questo regime di repressione. Mi hanno fatto smontare tutto, non c’è più nulla dello stabilimento, sembra una discarica. Questo non è, e non vuole essere un paese turistico. Vendo tutto e investo altrove, a Monopoli di sicuro”.

 

Tutti i link correlati alla notizia:

VEDI ANCHE LUGLIO 2010: IL TAR 'BOCCIA' L'UTC

VEDI ANCHE INTERVISTA E VIDEO DI ORONZO PELLEGRINI NEL 2009VIDEO INTERVISTA

VEDI ANCHE INTERVISTA ALLA CENTRONE - PRIMA PARTE -   SECONDA PARTE INTERVISTA

CALA PAURA: LE FOTO DEI RIFIUTI

VEDI ANCHE CONSIGLIO AGOSTO 2009

MATRIMONIO MONTRONE: PELLEGRINI DENUNCIA ALLA FINANZA

IL PROGETTO DI DE BIASE, GLI INCONTRI CON DI GIORGIO E I SERVIZI SANITARI NEL '92

 

 

 

 

Commenti  

 
#16 cessura 2011-02-10 20:19
di parte,contro parte:wiwa le guerre perse,ricordate di scrivere a polweb,il robin di polignano,l'importante o unica richiesta :contro l'attuale amministrazione,forza ragazzi
 
 
#15 cocimo 2011-02-10 19:03
Oronzo non cedere.........nel momento in
cui ti covinceranno a trattare, per te è
finita....
 
 
#14 da vergognarsi 2011-02-09 16:09
sono d'accordo con terminetor!!!!!vai con le antenne di telefonia mobile a tutto spiano, con l'abusivismo edilizio, con le grotte da dare a chi può inventare di comprarsele, con una estate male organizzata e chi in piccolo tiene in vita e pulita una zona che nelle mani dell'amministrazione sarebbe "andata a male" deve sorbirsi pure queste cose!!!!
ohi ohi...in mano a chi stiamo...
 
 
#13 ENZO 2011-02-09 14:49
w.c CALA PAURA sono a norma è autorizzati dal'asl,2 amici di Polignano cala paura è una spiaggia libera.in concessione,Leggiti cosa significa concessione demaniale.
 
 
#12 enzo 2011-02-08 14:12
X 2 Amici di polignano,Andrea e Maria
 
 
#11 enzo 2011-02-08 14:07
Tar Puglia il 24 Febbraio ci sara la sentenza per servizi igenici autorizati dal comune.e contestati dalla polizia municipale,Ing Stama ...................
 
 
#10 UP 2011-02-08 09:53
proprio la foto a corredo della notizia ci da l'idea di quello che viene concesso di fare a Polignano , quando gli ingranaggi girano nel verso giusto.
 
 
#9 San Vitale 2011-02-07 20:56
"meglio cosi si era impadronito di Cala Paura gli tendono la mano e si prende tutto il braccio come Grottone che si sono impadroniti della scalinata"
Sono pienamente d'accordo con il precedente post è ora che incomincino anche con GROTTONE!!!!!
 
 
#8 Cittadinanza Attiva 2011-02-07 20:18
Parteciperemo a breve con un nostro diretto contributo alla discussione sull'intera costa e per quanto in oggetto.
 
 
#7 bellini 2011-02-07 18:22
ma pensassero a fare la fogno dove non c'è e le ville scaricano a mare come a san vito...
 
 
#6 TERMINETOR 2011-02-07 10:07
Se chiedete al sindaco vi dirà di aver appreso la notizia per caso.Si sbandiera ai 4 venti di voler sviluppare turisticamente il paese,ma solo a parole.IL signor Pellegrini merita tutta la nostra solidarietà perchè viene trattato anzi maltrattato come un imprenditore di serie B.Fosse soltanto X l'ordine e la pulizia che mantiene nell'area meriterebbe ben altra considerazione.Ma sappiamo benissimo come la pensa l'assessore Ruggero sulle spiagge, lui manderebbe tutti a Monopoli,l'importante che i turisti dormano a Polignano.La mancanza di programmazione di questa amministrazione e fin troppo evidente,il compito di chi amministra è quello di andare incontro alle esigenze dei cittadini non di ostacolarli.Non si riesce a capire tutto questo accanimento nei confronti del Pellegrini,CHI é PRONTO A PRENDERE IL SUO POSTO??????PERCHé ABUSI EDILIZI VENGONO MOLTO SPESSO IGNORATI ANCHE SE SONO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI??????
PELLEGRINI RESISTI.
 
 
#5 A Gamba Tesa 2011-02-06 23:49
Avrei già un'idea sul nome di un probabile acquirente...
 
 
#4 arturo paganetti 2011-02-06 18:29
polignanesi,senza porto ( da galera x tanti ),senza spiagge.......senza mare!!! ma con tanto,tanto cemento!!!!! Le tangenti regnano sovrane!!!! OKKIO xchè la giostra si fermerà :P :P
 
 
#3 scendiletto 2011-02-05 22:24
ipse dixit... in assenza di regole chiare e certe e di interlocutori politici affidabili e credibili la reazione di Oronzo è pari a quella di qualunque imprenditore non sottomesso a logiche di potere. Chissà, forse si aspettano che molli tutto per poi far realizzare a Nando o a Tommaso oppure a Specchio o a Gina... mha... strano paese il nostro...
 
 
#2 amici di polignano 2011-02-05 17:03
meglio cosi si era impradonito di cala paura gli tendono la mano e si prende tutto il braccio come grottone che si sono inpadroniti della scalinata
 
 
#1 UP 2011-02-05 09:28
altro che stato di diritto , imbarcarsi in un contenzioso non è cosa da tutti , a volte il cittadino , quando è consentito , preferisce pagare piuttosto che contestare
tenendo conto anche della durata ultradecennale dei procedimenti
ti prendono per sfinimento
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI