Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

FANTASIA: 'L'ANTENNA E' COME LAMPADA A BASSO CONSUMO'

pasquale-fantasia-bovino-antenna-polignano

Insorgono i cittadini: 'L'antenna è pericolosa?'

La maggioranza scarica la colpa sulla minoranza contro il piano di zonizzazione redatto dall'Ing. Fantasia e approvato nel 2006

 


Si è  tenuto ieri pomeriggio alle 18:30 (ma in realtà iniziato in ritardo, da prassi consolidata polignanese, alle 19:30) l'incontro in sala consiliare tra il sindaco Bovino e gli esponenti del comitato "Madonna d'Altomare" per discutere e rendere più chiari ai cittadini i fatti attuali riguardo l'installazione dell'antenna nella zona del campo sportivo. Presenti nell'aula anche diversi personaggi politici dell'opposizione.antenna-comitato-polignano-4

Ha aperto la discussione l'intervento del presidente Palattella del Comitato madonna d'Altomare,seguito da quello del sindaco, dell'avvocato Covito e dell'assessore Fabio Colella.

Tra gli astanti alla discussione diversi cittadini della zona in questione con le proprie abitazioni ubicate proprio nel luogo dove dovrebbe essere edificata l'antenna (per la mappa clicca link in basso).

Il sindaco ha esordito e chiarito che la questione dell'antenna, in quel luogo, non è assolutamente un fatto politico, e che l'amministrazione sta facendo il possibile per venire incontro alle esigenze dei cittadini e alla necessità richiesta di migliorare il servizio di telefonia.

L'atmosfera si è surriscaldata quando un cittadino, alzandosi dalla sedia ha esordito con una domanda dirompente a cui forse tutti i cittadini chiedono una risposta : "Ma questa antenna fa male o no? Perché finora, sindaco, avete girato intorno alle nostre domande…".

vitto-colellaBovino ha risposto con fare paterno, dicendo che purtroppo, non essendo competente in materia, non aveva tutti gli elementi da addurre a quella domanda violenta e, a giudicare dall'atteggiamento della risposta, anche mal posta agli occhi di coloro che, in qualche modo, dovrebbero dare delle risposte chiare.

"Purtroppo la colpa della situazione attuale è delle amministrazioni precedenti e di un piano di zonizzazione approvato negli anni passati a cui noi possiamo solo uniformarci" - ha precisato il sindaco.

Domenico Vitto ha smentito l'affermazione del sindaco, facendo presente che in realtà, l'amministrazione ogni anno può apportare delle modifiche a progetti passati.

Metaforicamente chiara - chissà se poi chiara lo è stata per tutti - la precisazione dell'ing. Fantasia il quale, ai cittadini preoccupati, ha spiegato che un'antenna è come quelle lampade a basso consumo che tutti possediamo in casa: più siamo vicini e più ci facciamo male.

Sarà stata accolta, nel vortice labirintico di parole dell'amministrazione, nell'ascolto agguerrito dell'opposizione, questa metafora da parte di coloro a cui più preme sapere: i cittadini?

Certamente tra le persone del comitato, che silenziose e amareggiate antenna-comitato-polignano-1ascoltavano, c'erano molte e diverse teste pensanti a cui la situazione pare fin troppo limpida.

Il sunto dell'incontro, paradossalmente, è venuto fuori proprio da quel "violento" cittadino che ha così protestato:

"Qui, giriamo solo intorno alla questione, senza venirne a capo di nulla!"

 

 

 

 

VEDI ANCHE STAMA AL COMITATO: 'ANDATE AL TAR'

VEDI ANCHE FABIO COLELLA E TUTTI I LINK CORRELATI ALLA NOTIZIA (INTERVISTA FANTASIA, INCHIESTA, GLI ANTEFATTI E I COMMENTI)

antenna-comitato-polignano-2bovino-covito-colella-antenna

Commenti  

 
#3 delivery boy 2011-01-30 13:10
E' una fantasia che l'antenna sia come una lampada a basso consumo!
 
 
#2 Ing.P.Fantasia 2011-01-29 18:13
Se mi permettete, in questo articolo si poteva fare molto meglio per informare i cittadini. Scritto proprio male poi, quel che ho detto a riguardo delle lampade a basso consumo (che purtroppo viene richiamato anche nel titolo); non era affatto una metafora la mia. Tali lampade danno valori anche più alti di quelli che in condizioni standard si misurano nell'intorno di un antenna di telefonia mobile. Nel raggio di un metro dalle lampade si misurano valori mediamente paragonabili a quelli prodotti da antenne radiofonicche, cioè fra i 2 e i 10 V/m. La sintesi virgolettata del titolo non veicola il significato nel corretto senso così come da me esposto durante l'incontro. Ed ancora: "più siamo vicini e più ci facciamo male" è un'altra sintesi infelice. Tutto ciò mi rammarica, perchè se non si è capaci di capire poche cose e chiare, non immagino quante travisazioni possano essere fatte su 300 pagine di piano e decine di elaborati grafici e schede tecniche. Allo stesso tempo però apprezzo il vostro interessamento alla problematica invitandovi a non abusare della sintesi giornalistica, almeno quando è in gioco la giusta diffidenza dei cittadini su una questione che riguarda la loro salute. in ultimo, avrei piacere di inviare il pdf dell'opuscolo informativo sulla materia da me redatto per il Comune di Polignano (in forma semplice ed elementare)in modo tale che voi possiate pubblicarlo e magari rimediare alla fretta con cui avete riportato il mio intervento in questo articolo. Grazie e buon lavoro
 
 
#1 scendiletto 2011-01-28 22:19
la necessità di installare l'antenna è probabilmente inderogabile - visti i servizi che garantirebbe - farlo finalmente su aree pubbliche è intelligente, ma, possibile che non ci siano aree pubbliche o ad uso pubblico lontane da abitazioni scuole? il piano di zonizzazione a cui fa riferimento il sindaco chi ha stabilito che non si può cambiare? a me pare che si tratti di semplice mancanza di buon senso e di buona volontà.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI