Martedì 22 Gennaio 2019
   
Text Size

GROTTA RONDINELLE: LA PROPOSTA DI STAMA

grotta-delle-rondinelle-polignano-foto
ESCLUSIVO POLIGNANOWEB

Grotta delle Rondinelle come pineta, pista ciclabile o percorso pedonale.

 

 

Le trattative tra Ferdinando Pedone e amministrazione comunale, per la cessione al Comune della Grotta delle Rondinelle, sembrano a un punto di svolta.

Martedì pomeriggio i tecnici comunali, il legale del proprietario del suolo dove ricade la grotta (il cui atto di vendita viene contestato dal comune) e alcuni esponenti di maggioranza hanno effettuato un sopralluogo, a seguito del quale l’ing. Stama, dirigente dell’ufficio tecnico comunale ha riformulato una controproposta (vedi grafica nella foto dall'alto in apertura e in basso).

 

LA SOLUZIONE DELLA COPERTA

Allargare la stradina laterale in sterrato, che conduce verso il mare, arretrando così i confini della proprietà della villa di circa due metri.

In cambio, oltre alla grotta da cedere al comune, la proprietà di Pedone potrà avanzare verso il fronte mare, ma solo di 1,5 metri, anziché 2,5 come indicato nella proposta di transazione dello studio legale che lo assiste. La proposta del dirigente è sintetizzata nella nostra foto con vista dall'alto dell'intera area interessata, inclusi tratto di costa e proprietà.

Pedone potrebbe inglobare entro i confini della sua proprietà, le rocce che affiorano lungo il tratto di fronte mare, ingresso alla villa opposto a quello principale di via San Vito. (L'articolo continua in basso)

grotta-delle-rondinelle-polignano-foto

Stama ha illustrato la sua proposta facendo leva su un alcuni aspetti di rilievo. Intanto la grotta e il suolo circostante, vero oggetto del contendere, torna a essere di proprietà del comune.

Il dirigente, inoltre trova ispirazione dalla perizia di parte, disposta dal geologo Pasquale Pirulli (vedi link a fine articolo). Pagine dense di considerazioni sul pericolo crolli e dissesto idrogeologico che interesserebbe il suolo le la grotta.

La proposta del dirigente tecnico consiste nel recupero dell’area circostante alla grotta delle Rondinelle per creare e costruire progetti futuri più sostenibili e fruibili dal pubblico: percorsi pedonali panoramici e pinete. Si pensa addirittura di poter deviare il percorso della pista ciclabile che su via San Vito resta interrotta bruscamente: invasa dal manto stradale e ostacolata dalle proprietà.

pedone-foto-villaNelle ipotesi di Stama, la pista ciclabile attraverserebbe il tratto di grotta delle rondinelle per poi rimettersi in circolo lungo il percorso ordinario su via San Vito.

Allargando la stradina laterale e sacrificando un pezzo di proprietà di Pedone (lato destro osservando l'immagine), nessuno perde la possibilità di poter accedere verso il tratto di costa in auto. L’area della grotta, interdetta al traffico, torna di proprietà pubblica. Il comune valuterebbe pertinenti i rischi idrogeologici e di crollo della zona, puntando così a progetti più sostenibili. Infine, si riducono le spese legali a carico del comune per una vicenda che si trascina in tribunale già da diverso tempo.

Di tutto questo e altro si discuterà nella prossima riunione, forse quella decisiva.

Link correlati alla notizia e archivio:

VEDI L'ULTIMA PROPOSTA DEL COMUNE

VEDI ANCHE RISSA IN CONSIGLIO COMUNALE: DIBATTITO CONGELATO

LA LETTERA DI ROSELLI E LA TEORIA DELL'ESPROPRIO

VEDI FOTO E VIDEO DELLA GROTTA RONDINELLE CON PIPISTRELLI E STALATTITI

VEDI ANCHE BEATRICE DE DONATO INVOCA L'ESPROPRIO E COMMENTI

VEDI ANCHE PERIZIA GEOLOGO, 'INTERVISTA A PEDONE E COMMENTI

LA DE DONATO IL 25 SETTEMBRE 2009 SUL CASO GROTTA RONDINELLE E COMMENTI

VEDI ANCHE CONSIGLIO GIUGNO 2010 E GROTTA RONDINELLE

Commenti  

 
#10 fast 2011-01-26 09:47
@boh...So bene che sono soldi nostri infatti io farei pagare i ns politici che in tempi non sospetti si sono fatti fare fessi da Pedone e come al solito gli errori loro ricadono su tutti..ma il demanio non vale in questo caso?? Nota anche che se il confine arretra da un lato, avanza per più del doppio della lunghezza sul lato fronte mare...non indifferente mi pare...Pedone si toglierà la grotta ma anche una bella spina nel fianco (problema risanamento, crolli etc.)..Pedone si che ci sa fare..Nulla da dire. Difende la sua proprietà. I guai sono i nostri e dei politici del bip che ci ritroviamo.
 
 
#9 x fast 2011-01-24 20:55
devi mettere in conto che l'esproprio si paga, lo so che non sono soldi tuoi, ma della comunità....
se Pedone lo cede gratuitamente è meglio per tutti.
 
 
#8 ERRATA CORRIGE 2011-01-24 01:36
Dobbiamo rettificare l'articolo poiché la dott.sa Maria Centrone (comandante PM) non era presente durante il sopralluogo.

Ci sarebbero anche sviluppi e precisazioni sulla proposta del dirigente Stama, sui quali torneremo appena raccolte le informazioni.

La Redazione
 
 
#7 stanco 2011-01-23 09:16
Ma Stama, per la fogna a san vito ha deliberato qualcosa? o bisgona elargire per avere i servizi pagati anni fa con gli oneri di urbanizzazione???
 
 
#6 unosservatore 2011-01-22 16:23
Essere iperdisponibile in questa occasione, lo chiedo a voi cittadini di polignano, perchè?????? è bello comandare sulla proprietà degli altri. Invito un pò tutti quanti ad essere un tantino più osservatori di me!!!!!!
 
 
#5 ruge 2011-01-22 15:36
Per me è una proposta da prendere in considerazione , sempre che quel passaggio da pista ciclabile o pedonale venga migliorato e abbellito
 
 
#4 fast 2011-01-22 15:22
..propongo l'esproprio.stop
 
 
#3 .Paolo 2011-01-22 14:41
Ma per il centro storico si sà qualcosa?
 
 
#2 UP 2011-01-22 12:11
propongo un concorso di idee
o vale solo per la piazza ?
 
 
#1 capavacant 2011-01-22 09:29
quando vuole lui Stama è iperdisponibile....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI