Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

GROTTA RONDINELLE: LA PROPOSTA DEL COMUNE

grotta-rondinelle-foto-grafico

ESCLUSIVO

L'amministrazione non accetterà donazioni: accoglierà la proposta solo a patto che Pedone riconosca la proprietà pubblica della grotta.


 

AGGIORNAMENTO 16 GENNAIO ORE 09.00 - Si è riunito ieri sera l'atteso summit di maggioranza. L'amministrazione deciderà a giorni se accogliere o respingere la proposta di transazione presentata dall’architetto Ferdinando Pedone, proprietario della villa e del suolo ceduto dai Carone, dove ricade la contestatissima Grotta delle Rondinelle.palazzo_comunale

Pedone rinuncerebbe ad ogni diritto di proprietà sulla grotta, in cambio di opere di consolidamento.

Di queste opere, troviamo traccia nalla lettera dello studio legale Chiaia Noya di Bari che assiste Pedone:

"...al fine di evitare un lungo contenzioso e, soprattutto di porre fine alle continue illazioni, di definire transattivamente la questione alle seguenti condizioni: a) trasferimento a titolo gratuito in favore del Comune di Polignano dell’immobile de quo, ad eccezione di una fascia della larghezza di mt. 2,50 per tutto il fronte a monte della particella in questione, su cui realizzare un marciapiede; b) il Comune provvederà alla messa in sicurezza ed alla pulizia della Grotta; c) compensazione delle spese di giudizio e rinunzia reciproca ad ogni ulteriore richiesta. La presente proposta rimarrà ferma e valida sino al 10 gennaio 2011. Decorsa tale data sarà priva d’effetto".

In esclusiva, siamo ora in grado di aggiornarvi da queste colonne, sullo stato delle trattative tra parte pubblica e privata.

Intanto, c'è discordanza tra i consiglieri di maggioranza e alcuni rappresentanti di giunta: assessori e consiglieri temono che quei 2,50 centimetri di fronte mare possano essere vincolanti per il passaggio delle auto.

grotta-rondinelle-foto-grafico

In virtù di queste osservazioni, l’amministrazione comunale presenterà una controproposta alternativa rispetto all’offerta di Pedone, e convocherà un tavolo tecnico per mercoledì 19 gennaio, al quale parteciperanno i due legali (Roselli per la parte pubblica, studio Chiaia Noya per la parte privata), una delegazione del consiglio comunale, i tecnici comunali (Stama e Centrone, parte in causa nel contenzioso per la proprietà privata della grotta), il sindaco e l’intera giunta.

Nel contenzioso la parte pubblica contesta la legittimità degli atti di vendita, mentre il legale del privato si difende: "Ferdinando Pedone, con atto notarile del 15/06/09 acquistava i terreni in contrada Calapaura in cui rientra anche la grotta della Rondinella. L’unica finalità di tale acquisto era di mettere in sicurezza e ripulire detta zona antistante altro proprio immobile e poter, così, anche consentirne un più agevole e sicuro utilizzo non solo a sé, ma anche agli altri frequentatori del litorale".

Riportiamo ancora quanto altro è emerso ieri sera, nel corso della riunione.villa-pedone-vendesi

La partita, nella sostanza, si gioca in quello stretto margine, una ‘linea Maginot’ di soli 2,5 metri. La maggioranza non a caso, sarebbe intenzionata ad addivenire all’accordo solo a patto che il privato riconosca la proprietà pubblica della grotta e che quel margine di fronte mare richiesto non vincoli il passaggio delle auto.

La maggioranza quindi, non è intenzionata ad accettare l’offerta di Pedone se la stessa è posta in termini di lascito o donazione della grotta stessa. Il tutto sarà scritto e precisato nel documento di proposta alternativa: l’amministrazione accetterà la transazione solo a patto che la controparte riconosca la proprietà pubblica della grotta e, se sarà necessario, chiederà una riduzione sostanziale del margine di fronte mare a meno di 2,5 metri.

Accettare la controproposta dell'amministrazione, sarebbe un pò come ammettere l'illegittimità dell'atto di vendita del suolo dove ricade la grotta, dando di fatto ragione al comune (che contesta l'atto notarile) prima ancora che di fatto si esprima il giudice.

VENDESI - Intanto, l'apparizione dei due cartelli vendesi - che non passano inosservati percorrendo via San Vito - apposti all’ingresso della villa, riapre il dibattito in città: tutti si domandano come mai Pedone voglia vendere la villa, proprio mentre sono in corso le trattative con l'amministrazione per la cessione della Grotta delle Rondinelle. Una provocazione? Staremo a vedere.


Link correlati alla notizia e archivio:

VEDI ANCHE RISSA IN CONSIGLIO COMUNALE: DIBATTITO CONGELATO

LA LETTERA DI ROSELLI E LA TEORIA DELL'ESPROPRIO

VEDI ANCHE FOTO E VIDEO DELLA GROTTA RONDINELLE CON PIPISTRELLI E STALATTITI

VEDI ANCHE BEATRICE DE DONATO INVOCA L'ESPROPRIO E COMMENTI

VEDI ANCHE L'INTERVISTA A PEDONE, PROGETTO PARCO DELLA GROTTA E COMMENTI

LA DE DONATO IL 25 SETTEMBRE 2009 SUL CASO GROTTA RONDINELLE E COMMENTI

VEDI ANCHE CONSIGLIO GIUGNO 2010 E GROTTA RONDINELLE

Commenti  

 
#16 da bari a bali mein 2011-01-17 15:23
@ spinelli
non mi permetterei mai di giudicare male persone senza conoscerle e anche rileggendo la mia precedente chiosa non ho riscontrato offese alcune.
Oltretutto ho avuto modo di visitare la sala ricevimenti e di conoscere quella che ho definito "la parte alta dell'organigramma": due persone splendide ed educatissime.
Quello che contesto invece è la teoria secondo cui dovremmo (s)vendere il nostro territorio a investitori che ci porterebbero fantomatici posti di lavoro.
Che poi lei, signor Spinelli sia chiacchierato, è vero, non crede?
non le hanno dato fuoco alla macchina? (beh, le assicuro che non capita a tutti).
non è stato sempre al centro del "becero" chiacchiericcio del popolino?
non sia modesto suvvia...
 
 
#15 up 2011-01-17 12:42
ieri sera alla Fiera del Fischietto in Terracotta di Rutigliano nel cortile del Museo il Pedone proiettava immagini della sua tenuta di Polignano a Mare pubblicizzandola come luogo per svolgere
" wedding party " alla luce di ciò credo che si puo' affermare che gli esposti cartelli di vendesi ( manco fosse una casupola di terz'ordine ) sono una presa per i fondelli .Grazie Pedone
 
 
#14 TERMINETOR 2011-01-17 10:58
X Cernò e Spinelli
Guardate che esprimere opinioni non è reato.é forse reato di lesa maestà diffidare di un impremditore come Pedone?Io penso propio di no,dato che in passato non si è attenuto alle condizioni rilasciate in progetto da lui richiesto.Personalmente non ho mai conosciuto imprenditori così magnanimi da effettuare opere X la collettività senza una contropartita adeguata.Caro Cernò e caro Spinelli se voi conoscete tali generosi imprenditori fate un elenco così noi scettici resteremo sbalorditi e senza parole.Siccome io sono malpensante,penso che la richiesta di accordo possa venire dal fatto che si sia reso conto di non poter vincere la causa contro il comune.Facendo questa proposta salverebbe come si dice capra e cavoli,X quanto riguarda l'adozione di pseudonimi X comunicare su questo sito ritengo sia utile Xchè se si legge un commento fatto da PINCO anzichè da PALLINO si cerca sempre di inquadrare politicamente il soggetto e così si sminuisce il contenuto del commento.X quanto riguarda la grotta posso testimoniare che noi frequentatori da oltre 30 anni abbiamo sempre avuto cura del posto facendo pulizia e ammonendo anche in maniera severa gli incivili che sporcavano.Comunque spero tutto si risolva X il meglio ma X favore risparmiateci PEDONE santo subito,MI SEMBRA ECCESSIVO.
 
 
#13 augusto cernò 2011-01-16 11:55
caro andrea,diceva mio padre :" confrontati solo con chi è meglio o uguale a te ". Lascia perdere tutto il resto!!! Pertanto come ci si può confrontare con " entità astratte "? ( anonimi )....... 8)
 
 
#12 B&B 2011-01-16 11:09
Qualcuno dovrebbe ricordare all'assessore matteo colella di *** quando i nostri rappresentanti andranno da lui per qualsiasi cosa si deve mettere a disposizione, ***
 
 
#11 Bella robbbbbb 2011-01-16 00:46
Mamma mia quanti ignoranti in questo Paese!!!!!
 
 
#10 Spinelli A.......... 2011-01-15 20:18
Dal mese di Novembre 2010 non aprivo questa pagina di polignanoweb solo ed esclusivamente per non avere a che fare con chi commenta in anonimo donandosi anche il lusso di offendere il prossimo. Io quando seguivo questo sito al limite ho commentato su cose che interessavano il pubblico o non condividevo le interpretazioni di alcuni ignoti sconosciuti, ma, non mi sono mai permesso di offendere chicchesia. "Al grande uomo "da bari a bali mein", Se desidera avere notizie più dettagliate si faccia conoscere e con piacere da persona democratica e civile quale mi ritengo la devo aggiornare sui fatti reali che contesta, facendola ricredere sul "chiacchierato" degli altri e sull'"organigramma" di una Azienda che ospita gli avventori sul "tappeto rosso". Lei si è concesso molto lusso apostrofare negativamente soggetti che non conosce nemmeno. Prima di dare il chiacchierato agli altri deve guardarsi prima allo specchio e poi censurare se stesso. La invito formalmente di farsi conoscere anche in privato, se necessario, perchè al sottoscritto piace confrontarsi ed assumersi le proprie responsabilità e discutere educatamente ed in modo democratico, senza offendere "ad personam". Condivido in toto il piccolo commento dell'amico Augusto e proprio così: "Lavare la testa al ciuccio si sciupa tempo, acqua e sapone". Per concludere questo link suggerisco a "Gamba tesa che nessuno ha bisogno del "tappeto rosso". Tale suppellettile si usa solo nelle chiese e negli alberghi. Se Lei fosse informato sui fatti reali certamente sarebbe stato il primo ad apprezzare i progetti che l'Architetto voleva realizzare in Polignano. Ovviamente, l'Arch. Pedone doveva realizzare opere pubbliche a servizio della comunità polignanese e non opere edili private con finanziamenti pubblici!!! Amico, nei prossimi commenti si recensisca Lei prima di giudicare gli altri. Per un vero "UOMO" è d'obbligo guardarsi "dentro" al proprio subconscio e non soffermarsi solo al "tappeto rosso" e criticare gli "organigramma" degli eccellenti Imprenditori. Siamo solo capaci pettegolare e offendere in anonimo, ma non si ha il coraggio di sottoscrivere la propria identità!!! Grazie, Andrea Spinelli
 
 
#9 mariob. 2011-01-15 17:05
è chiaro che a lui, pedone, interessa chiudere quella strada fronte mare per evitare il transito pubblico delle auto sotto la sua proprieta'
 
 
#8 mari71 2011-01-15 13:13
....la verità guarisce!ma questo paese è in grado solo di condannare e criticare...ma a al sig.Pedone qualcuno avrà dato la possibilità di fare e agire "abracadabra" forse????...come per magia..."abracadabra" ancora,non sarà stato quel qualcuno lì a usare la bacchetta magica?quindi...alziamo il livello del nostro paese e guardiamo in alto...
 
 
#7 renato zero 2011-01-15 11:36
mi vendo
 
 
#6 da bari a bali mein 2011-01-14 18:05
@ all'amico di Pedone
ma lui il lavoro all'indonesiani glielo dà già: vedete nell'organigramma della sala ricevimenti: nelle parti alte una mondana procacciatrice di clienti(che serve sempre),un commissario di Polizia(che non si sa mai). Nelle parti basse indonesiani (appunto), indiani, rumeni.
MA QUALI POSTI DI LAVORO AI POLIGNANESI!!!
uno ce n'era ed era (ma per caso, eh) il genero dell'ex chiacchierato Spinelli (che serve sempre e non si sa mai)
 
 
#5 augusto cernò 2011-01-14 17:02
.....una volta si diceva ;" a lavare il ciuccio si sciupano acqua e sapone "....
 
 
#4 capavacant 2011-01-14 17:01
se pedone ci fa il porto a uso pubblico , gli lasciamo la grotta, sembrano le trattative delle figurine panini
 
 
#3 Bella robbbbbb 2011-01-14 14:24
Via i turisti, via la gente via anche pedone. Cari amici siamo alla deriva.
 
 
#2 A Gamba Tesa 2011-01-14 11:37
Pedone è stufo di Polignano e dei polignanesi?
Cosa vuole, il tappeto rosso ad ogni suo passaggio?
Ora si permette anche il lusso di sbeffeggiare una comunità intera.
Roba da matti!
 
 
#1 Leo 2011-01-14 11:25
in effetti era Bali non Bari il luogo dove poter realizzare certi progetti. Una consonante ti cambia la vita...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI