Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

POLIGNANO, PRESEPE VIVENTE 2010: FOTO

presepe-vivente-polignano-2010

Il centro storico di Polignano come la Palestina di 2000 anni fa. Case, vicoli, terrazze, animali veri, si sono resi scenario del cammino verso la stella, alla ricerca della capanna della Natività allestita in piazza San Benedetto (galleria fotografica in basso).

La seconda edizione del presepe vivente, organizzata dalla Parrocchia Santa Maria Assunta e da Radio Incontro (patrocinio Regione Puglia, Provincia di Bari e Comune di Polignano), è un successo di pubblico (code dalle 18 alle 22), con la benedizione del vescovo Padovano.

Code di visitatori anche davanti alle bottega del pane - ricostruita come quella di un tempo - per deliziare il palato con bruschette appena sfornate: sacro e profano si mescolano per saziare ancora i bagordi delle festività natalizie e proseguire con una sana e catartica passeggiata lungo le viuzze del centro storico.

Antonio Centrone e Maria Grazia Scagliusi hanno interpretato San Giuseppe e la Madonna, con la loro piccola di tre mesi.

Tra gli altri personaggi noti, c'erano Vito Montalbò nel ruolo dello scrivano, l’assessore Raffaele Scagliusi anche quest’anno, nei panni dell’infanticida Erode il Grande che, a conclusione del secondo atto, rassicurava i visitatori che non ci sarebbe stata alcuna strage di bambini.

“Nasce un bambino, rinasce il mondo” questo lo slogan scelto per il presepe di quest'anno nel segno del grande tema dell'educazione, scelto tra l’altro dalla Conferenza Episcopale Italiana per la pastorale del prossimo decennio.

Lungo il percorso vi erano affissi ritagli di cartone con citazioni e frasi celebri di scrittori, filosofi e attivisti: il tema della legalità, dell’ambiente e del riciclo con l’emergenza rifiuti in Campania in primo piano, i volti di Falcone e Borsellino, i principi fondamentali della Carta Costituzionale e tanto altro (vedi fotogallery).

I prossimi appuntamenti sono previsti nella serata di Capodanno e il giorno dell'Epifania, dalle ore 18 alle 22.

Commenti  

 
#3 vivo da quelle parti 2011-01-04 12:56
Gli animali saranno pure animali, quindi è normale che sporchino, ma è pure normale che l'uomo in quanto tale, pulisca....non viviamo mica in un porcile?
 
 
#2 Nico il ribelle..... 2011-01-03 20:33
Un grosso complimento lo esprimo nei confronti di Don Gaetano Luca ed a tutti coloro che hanno collaborato e partecipato alla manifestazione (presepe vivente) Un plauso personale lo esprimo anche NEI CONFRONTI dell'amministratore locale abituato a sedersi alla poltrona del potere "ROMANO". Un sincero bravo a tutti!!! Per la pulizia degli escrementi degli animali non è da condannare nessuno....gli animali sono animali...è necessario condannare gli escrementi delle persone fisiche che fanno apparire all'interno di questa comunità....Don Gaetano gli dia una benedizione a quegli uomini....dal cuore zingaro!!!!!
 
 
#1 vivo da quelle parti 2011-01-03 14:31
complimenti per il presepe, però potete almeno ripulire dagli escrementi degli animali...soprattutto in piazza dell'orologio, in quella specie di recinto.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI