Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

PATTO POLIS, IN SALVO 12 MILIONI

patto-territoriale-polis-sud-est-barese
PATTO POLIS SALVO IN EXTREMIS: HA RISCHIATO DI ANDARE IN LIQUIDITA'

MATTEO COLELLA: 'In tempi di crisi, il salvataggio del Polis è buona notizia'

 

Il patto territoriale del Sud Est Barese “Polis” si salva in zona cesarini, con l’assist dei comuni aderenti, tra i quali anche Polignano.

Quando stamani a Putignano si è riunita l’assemblea del Patto territoriale, mancava il numero legale per via di alcuni comuni e soci assenti, in particolare Monopoli, Sammichele, Turi e Banca Monte dei Paschi di Siena.

Ricordiamo che al patto vi aderiscono sette istituti bancari e 12 comuni: Monopoli, Conversano, Polignano, Castellana, Putignano, Noci, Mola, Locorotondo, Sammichele, Rutigliano, Turi e Alberobello. L’assenza del numero legale avrebbe comportato la liquidazione del Patto Territoriale Polis con conseguente perdita di un treno di finanziamenti riconosciuti dal Ministero per lo sviluppo economico superiore ai 10 milioni di euro, come risultato dell’ultima manovra finanziaria.

Il Patto territoriale Polis - dopo un periodo di pausa con i rubinetti dei finanziamenti ministeriali tenuti ben stretti - potrà finalmente, erogare soldi tramite nuovi bandi per lo start up di nuove imprese del Sud Est Barese che investono in innovazione, trasformazione di prodotti tipici, produzioni artigianali e turismo.

All’annuale assemblea di ieri, dove a rappresentare Polignano c'era l'assessore alle finanze Matteo Colella, era prevista l’approvazione del bilancio che registra delle passività maturate dalmatteo_colella 2009 a oggi, incluse quelle previste nel 2011. La perdita delle quote in bilancio per ciascun comune socio del Patto Territoriale Polis, quindi anche Polignano, è pari a 5.935,85 euro, per un totale perdite di 107.313 euro nell’esercizio di bilancio 2009. Ogni singolo comune e istituto bancario socio dovrà coprire l’ammontare della perdita contribuendo rispettivamente nell'ordine delle proprie quote di perdita.

Per raggiungere il numero legale in assemblea i rappresentati dei comuni soci hanno preso in extremis il sindaco di Mola, Diperna, in un primo momento assente nel corso della riunione, per fare numero e approvare il bilancio, evitando il peggio.

A fine assemblea, i rappresentanti dei comuni del Sud Est Barese hanno tirato un sospiro di sollievo.

“In questi tempi di crisi, un patto territoriale come questo – osserva Colella ai nostri microfoni – può solo portare benefici per le nostre imprese e per gli enti comunali. Abbiamo evitato il peggio e soprattutto abbiamo preso un treno importante, mettendo al sicuro ben 12 milioni di euro riconosciuti dal Ministero dello Sviluppo Economico per le imprese e i comuni che fanno parte del Polis. Ricordo che negli anni passati molte imprese di giovani polignanesi hanno avviato l'attività proprio grazie ai finanziamenti erogati dal patto territoriale Polis. Che ieri il Polis si sia salvato è un fatto positivo!”.

Intanto, ricordiamo l’appello diffuso l'altro ieri, alla vigilia dell'assemblea, da Angelo Sgobba, vicepresidente del Polis. Nonostante il suo invito, alcuni enti comunali hanno disertato i lavori mettendo così a rischio l’esistenza stessa del Patto Territoriale Polis. “Auspichiamo un gesto responsabile da parete delle amministrazioni comunali aderenti al Patto” – aveva implorato Sgobba, pensando a quanto beneficio possano trarre imprese e bilanci di enti pubblici di questi tempi sotto pressione e costantemente minacciati dalla scure del patto di stabilità.

 

 

Commenti  

 
#1 Cittadinanza Attiva 2010-12-16 13:26
Ass.re (Matteo), se son rose fioriranno, speriamo tanto di non dover assistere, come sul finanziamento dei GAL, con Polignano fuori! Responsabilità non tua!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI