Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

TUTELA DEL TURISTA: IN ARRIVO IL CODICE

polignano_scorcio

Il 7 ottobre 2010, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il tanto Codice del Turismo, che vedrà la sua applicazione anche a Polignano a Mare, cittadina che vive di questo. Si riconosce il settore turistico come un importante comparto della nostra economia in grado di produrre ricchezza e lavoro.

Il Codice del Turismo, composto da 74 articoli, cercherà di chiarire e proteggere questo settore, tutelando oltre al turista protagonista anche chi offre servizi per questo ambito.

Nelle disposizioni generali, vengono definitivamente individuate le “competenze statali in materia di turismo sulla base del principio di sussidiarietà, di competenza legislativa statale esclusiva e concorrente, per la valorizzazione, lo sviluppo e la competitività, a livello interno ed internazionale, del settore turistico quale fondamentale risorsa del Paese e per il riordino dell’offerta turistica italiana”.

Il Codice inoltre, dopo svariati tentativi, equipara le imprese turistiche a quelle industriali ai fini del riconoscimento dei contributi, sovvenzioni, agevolazioni, incentivi e benefici di qualsiasi genere.

Ma l’importanza maggiore del suddetto, è proprio quella della tutela del turista e dell’impresa erogatrice di servizi per lo stesso. Riassumiamo le tutele e le innovazioni maggiori:

  • una disciplina delle professioni turistiche mirata a sviluppare il mercato del lavoro attraverso percorsi formativi destinati ai giovani;
  • misure di semplificazione burocratica nella stessa apertura di tutte le strutture turistiche;
  • sostegno d’esercizio alle agenzie di viaggio;
  • vengono tutelati turisti e strutture turistiche da possibili truffe in campo;
  • viene incentivata la promozione di settori specifici del turismo, quale quello religioso, culturale, di luogo, giovanile, etc.;
  • introduce una normativa innovativa a tutela del turista, inteso come consumatore di tipo speciale, in quanto non attrezzato a risolvere i problemi che si pongono in un luogo lontano dalla sua dimora;

Siamo certi che il Codice sarà molto utile per la nostra cittadina, che fa’ del settore Turismo, la sua maggiore risorsa.

 

 

Commenti  

 
#3 Gordian. 2010-12-10 12:38
Comunque basta con questo fumo di paglia, non se ne puà più...
In estate una Piazza strapiena di gente(durata 4 ore circa) e tutto il resto del paese deserto, è uno schifo, questo non è turismo, significa solo spostare la gente per qualche ora da un punto ad un altro.
Il turismo polignanese non può essere uguale a Piazza V.E.(orologio), ci vuole un progetto per il paese e soprattutto almeno un esperto di turismo.
 
 
#2 up 2010-12-09 15:07
rendere Polignano paese vivibile , sarebbe già un successo sulla via per il paese turistico. Purtroppo spesso si sceglie di volare alto in un estasi di brochure , dépliant , loghi ed "eventi " solo per non prendere ferma posizione su quello che succede ad un palmo dal naso
 
 
#1 Amante di Polignano 2010-12-09 11:15
Dovrebbe essere la maggiore risorsa. Ci ritroviamo un paese bellissimo, si potrebbe fare davvero tanto. Ci vorrebbe qualcuno che di turismo ne capisse. Dopo l'asse tragicomico tra Di Gravina e l'assessore Ruggiero spero che qualcosa di nuovo a livello organizzativo nasca. Tutto ciò che Polignano ottiene a livello turistico lo ottiene per la sua bellezza.Ruggiero purtroppo continua a pasticciare ed a concludere niente. Possibile che questo paese non abbia ancora un'identità ed un asse organizzativo?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI