Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

ANTENNE, DEPURATORE, RIFIUTI: RISORGE IL COMITATO

comitato-madonna-daltomare

In questa guerra a colpi di manifesti, tanto in voga nell’ultimo periodo, risorge il Comitato Madonna D’Altomare che risolleva alcune questioni da tempo finite nel dimenticatoio e per le quali il ‘cittadino attivo’ raccolse all'epoca delle firme.

Le locandine del Comitato affisse in questi giorni sembrano rispondere per le rime alle gigantografie trionfali sull’Unesco fatte incollare nel settembre scorso dalla Primavera in Movimento di Franco Mancini.

Antenne, depuratore, rifiuti e Unesco. Questi gli argomenti. Intanto, pubblichiamo qui il testo integrale redatto dal comitato ‘Madonna d’Altomare’ e il manifesto pubblico affisso sui muri di città. A margine i link alle notizie correlate e commenti.

********

COMITATO MADONNA d’ALTOMARE

ANTENNE , DEPURATORE , RIFIUTI e UNESCO

Polignano a Mare, cittadina patrimonio dell’Unesco? Ecco le “carte vincenti” per ottenere l’ok definitivo: antenne telefoniche, dal dubbio impatto ambientale e salutare; depuratore a cielo aperto e fonte di cattivi odori; discariche abusive realizzate nei vari angoli del paese.

E’ così che il Comune di Polignano vuole ottenere il prestigioso riconoscimento?

Un paradosso, o meglio, una triste ingiustizia per una delle cittadine più caratteristiche del litorale adriatico.

A distanza di un anno dalla denuncia fatta dal Comitato Madonna D’Altomare circa l'inizio dei lavori per l’installazione dell’antenna nei pressi del campo sportivo tutto tace, nulla è stato fatto per trovare una soluzione valida e in piu' si aggiungono il problema depuratore ed il problema discariche abusive.manifesto-comitato-madonna-daltomare

Quella che 10 anni fa poteva essere considerata una zona periferica della città, oggi e' di fatto un quartiere densamente popolato in piena espansione abitativa con famiglie ed esercizi commerciali assai poco disposti ad essere considerati cittadini di serie B. L’antenna telefonica che doveva essere ospitata all'interno dell'impianto di illuminazione del campo sportivo, lontana dalle abitazioni, oggi, con una variante al piano di zonizzazione, la si vorrebbe installare a meno di 50 metri dalle abitazioni, ben visibile con il suo devastante impatto sulla costa già ampiamente deturpata dal depuratore.

La cattiva collocazione dell’antenna non e' un problema circoscritto al quartiere Madonna d’Altomare, nuove installazioni sono previste a breve ed il piano di zonizzazione, mai aggiornato, andrebbe rivisto!!! Lo chiedono non solo i cittadini, ma anche numerosi tecnici, e tra questi l'ingegner Fantasia, ritengono necessaria la revisione del piano ormai superato e inadeguato.

Mettere qui e là antenne a caso rischia di alterare l’equilibrio elettromagnetico con grave pregiudizio per la salute di tutti anche perché, mancando una centralina di rilevazione di intensità del segnale, vengono a mancare tutti i controlli e il diritto alla comunicazione rischia, così, di prevaricare il diritto alla salute.

Se poi allarghiamo appena appena lo sguardo e consideriamo il degrado dei quartieri, le discariche a cielo aperto, i cattivi odori provenienti dal depuratore che si diffondono in vaste zone della città non e' difficile concludere che siamo di fronte ad una situazione intollerabile, certamente non degna di un sito tutelato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura.

Il Comitato Madonna d'Altomare ritiene non più tollerabile questo stato di cose e chiede con forza che si proceda alla revisione del piano di zonizzazione prima di nuove installazioni, che si attui un piano di sanificazione dei quartieri, che venga affrontato seriamente il problema del depuratore studiando soluzioni che prevedano anche lo spostamento in altre aree per restituire la giusta dignità alla città ed ai suoi abitanti.

Il Comitato Madonna D’Altomare Polignano a Mare (BA)

*****

Tutti i link correlati alla notizia:

FABIO COLELLA: 'L'ANTENNA NON SI SPOSTA, INTERVENGA L'ARPA'

CASO ANTENNE: L'IRA DI STAMA

DIBATTITO SULLE ANTENNE: TENSIONE IN AULA

DIBATTITO SALUTE E ANTENNE: 'DEGRADO AL MACELLO'

PIANO ANTENNE: FOCARELLI ACCUSA

ANTENNA CAMPO SPORTIVO: SOSPESI I LAVORI

INCHIESTA SU ANTENNA SAN GIOVANNI: RISCHIA RIMOZIONE

COSIMO COVITO: 'DEGRADO AL RIONE MACELLO'

ONOFRIO TORRES: 'LE ANTENNE DEVONO SPARIRE'

COLELLA A ONOFRIO TORRES: 'VUOLE CONSENSO'

PASQUALE FANTASIA: 'IL VERO PERICOLO SONO I CELLULARI'

ANTENNA A MADONNA D'ALTOMARE: INCONTRO SINDACO - ERICSSON

PORTO IN ZONA DEPURATA: LA 'PROPOSTA' DI MAZZONE

SCHITTULLI A POLIGNANO: TORRES PARLA DEL DEPURATORE

POLIGNANO UNESCO: FRANCO MANCINI COSTITUISCE IL COMITATO (GLI ALTRI LINK SUL CASO UNESCO)

 


Commenti  

 
#4 Cittadinanza Attiva 2010-11-24 15:39
Rallegriamoci per la annunciata resurrez ione. Auspichiamo celerità e velocità, c ome si conviene a cittadini che si muovo no per il raggiungimento di obbiettivi s pecifici, nelle scelte delle prossime co se da fare. Diamo la nostra disponibilit à a parteciparvi.
 
 
#3 fuorileantenne 2010-11-24 13:46
caro mr.polignano leggi l'articolo con + attenzione, ci osono i lik e c'e l'articolo di onofrio torres che dice 'le antenne devono sparire'...

http://www.polignanoweb.it/politica/1021-torres-le-antenne-devono-sparire-.html
 
 
#2 passione 2010-11-24 13:38
a tutt'oggi....non sappiamo ancora, chi è il proprietario del suolo.
Che vi costa sviscerarlo.....??????
mmmmm...***:lol:
 
 
#1 mr. Polignano 2010-11-24 11:49
Ricordo di un aricolo minaccia del Consigliere Onofrio Torres.....
" Le Antenne devono sparire "
riprometendosi di adoperarsi freneticamnte, per la non installazione di quei veicoli di morte attraverso il propogarsi del cancro, come giustimente dichioarava l'oncologo Schittulli.
Mi chiedo, e chiedo....ha per caso abbandonato le Antenne, per dedicarsi pienamente alla Grotta delle Rondinelle ?
Ragazzi, fra due anni, torneremo a votare.
Facciamo attenzione a chi affidare la nostra fiducia :sad: :sad: :sad:
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI