Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

ESCLUSIVA SUL PRONTO SOCCORSO DI POLIGNANO

pronto-soccorso-polignano-gigigantelli

L'intervista al nuovo direttore del nostro distretto Asl

'Nel fine settimana mi farò un giro a Polignano'


A poche ore dal consiglio comunale monotematico sulla Sanità e sul pronto soccorso di Polignano, abbiamo in esclusiva, ai nostri microfoni, il neo direttore del distretto Monopoli-Conversano, di cui fa parte anche Polignano, dott. Vincenzo Gigantelli, tra l’altro sindaco di Turi.

Gigantelli annuncia: “Nei prossimi giorni, fine settimana o inizio della prossima, mi recherò a Polignano per verificare le esigenze della città. Partendo da Conversano, passando per la conoscenza dell’organizzazione di Monopoli e Polignano”.

Ieri mattina abbiamo partecipato alla Commissione Sanità di Conversano; in un altro articolo vi riassumeremo alcuni passaggi e novità, visto che il direttore Sansonetti e il presidente della Commissione Rotunno hanno citato, a più riprese, il nostro comune. Gigantelli intanto stigmatizza quella che qualcuno ha chiamato ‘la guerra dei poveri’; una guerra tra i comuni del distretto continuata con altri mezzi per far fronte alla scure dei tagli e del piano di rientro regionale.

“Diciamo che la particolarità di questo territorio - il direttore Gigantelli intende naturalmente il distretto sotto la sua dirigenza, quindi Polignano, Monopoli, Conversano - ha comuni grandi, popolosi e con delle specificità e una storia di cui si deve tener conto. In più, parliamo di una zona che si affaccia sul mare, con Polignano e Monopoli che hanno una fortissima attrattiva turistica di cui bisogna tener conto ai fini organizzativi. Ormai turistica non solo più d’estate. E’ un territorio importante, di antiche tradizioni, vivo e vitale che merita risposte ai bisogni della popolazione molte delle quali vanno organizzate meglio, tenuto conto delle risorse e rispettando i vincoli esistenti.”

A Polignano si paventano sempre chiusure e rischi per il pronto soccorso, l’unica struttura sanitaria disponibile…

“Guardi, a noi del territorio interessano i potenziamenti non i depotenziamenti o le chiusure. Serve una organizzazione che sia paritaria rispetto all’ospedale, ma che svolga ovviamente un compito diverso allargato a tutti i cittadini, con facilità di accesso ed equità di accesso. Ovviamente semplificando, che è un imperativo: quando il cittadino ha meno burocrazia si sente più sicuro e più garantito.

Questa è la filosofia che ci guida. In questo percorso dobbiamo andare di pari passo con le amministrazioni comunali locali. Vanno ascoltate le organizzazioni di rappresentanza dei cittadini, bisogna lavorare in stretta collaborazione con le altre strutture dell’azienda. Bisogna lavorare per obiettivi condivisi. Questa è la garanzia che chiedono i cittadini e questo è l’impegno che noi assumiamo”.

Polignano che ruolo ha nel distretto sanitario che lei dirigerà da qui ai prossimi anni?

“Sono importanti tutti e tre i comuni: Polignano, Conversano e Monopoli. L’obiettivo è garantire i servizi di assistenza primaria a tutti i cittadini e di organizzare al meglio i servizi intermedi e l’accesso alle cure ospedaliere. Il passaggio all’ospedale è un passaggio di acuzie, di emergenza; dopodiché il cittadino ritorna sul territorio in una continuità di cure e rispondenza ai bisogni personalizzati.”

Oggi a Polignano si tiene un consiglio comunale monotematico sulla sanità e pronto soccorso. Quando ci verrà a fare visita a Polignano?

“Non sapevo del consiglio… A Polignano sarò nel fine settimana, o inizio della settimana.”

Link correlati:

VEDI ANCHE OGGI CONSIGLIO SU PRONTO SOCCORSO E SANITA'

VEDI ANCHE NOMINE ALL'ASL, GIGANTELLI NEL DISTRETTO ASL 12

VEDI ANCHE FOTO SCIOKC E COMMENTI: COSA NASCONDE IL PRONTO SOCCORSO

VEDI ANCHE PROTESTE DELL'AMMINISTRAZIONE E PRONTO SOCCORSO SENZA MEDICI

 

Commenti  

 
#2 DEL SENNO DI POI 2010-10-07 20:05
grazia al governatore vendola la sanità pugliese e "cosa loro", neanche la prova a coinvelgere i comuni.
 
 
#1 pasqualino 2010-10-06 15:30
sinceramente,piu' che di un intervento tecnico,sembrava un comizio politico
con la situazione attuale altro che potenziare i servizi,e' un successo se salviamo quello che c'e'
e comunque se ci sara' da razionalizzare so' gia' che direzione prenderanno:
la via di monopoli
il resto" so tutt chiacchr vacand";-)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI