Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

TARGA: INTERVISTA AL SINDACO BOVINO

bovino-sindaco-targa-crocifisso-miss

Il sindaco Angelo Bovino si gode il successo della Targa Crocifisso e, dai nostri microfoni, ringrazia tutti quanti per la partecipazione.

Abbiamo avuto timore per la pioggia. Purtroppo per il ciclismo è una grossa nemica, soprattutto per la sicurezza. Credo che la gara sia stata molto bella, abbiamo ospitato i migliori dilettanti d’Italia. Se ancora una volta hanno deciso di correre da noi, vuol dire che riusciamo a mantenere alto il valore di questa gara ciclistica.”

Bovino ringrazia gli organizzatori e il campione Matteo Rabottini, un ragazzo prodigio, figlio d'arte, campione d’Italia nei dilettanti, dall’anno prossimo divorerà chilometri di tracciati per grandi professionisti. Alla vigilia della Targa aveva detto ‘Vado a onorare Polignano!’. “L’onore è tutto nostro!" - osserva Bovino.

TARGA DEL CROCIFISSO E VIABILITA' - Intanto, Nicola Pellegrini, presidente del comitato organizzatore, alle nostre domande aveva criticato fortemente la pista ciclabile, considerata pericolosa per la sicurezza. A sugire una riflessione: “la corsa ciclistica - aveva ammesso Nico Pellegrini a Polignanoweb - porta sempre qualche beneficio alla collettività” per le opere pubbliche in materia di viabilità e sicurezza stradale.

Naturalmente, si spera di non dover attendere la targa per vedere realizzate alcune opere di ordinaria amministrazione.

“Per poter fare questa gara - fa notare Bovino - occorre che le condizioni delle strade siano ottimali. La targa è l’occasione buona per mettere a segno delle spese che possano rimanere per la città. Riusciamo così a rifare e riparare alcuni tratti di strada. Questo conferma l’importanza e la dedizione che c’è per questa gara ciclistica.”

I RINGRAZIAMENTI - Sabato e domenica le vie del centro erano gremite di gente. La targa numero 61 sarà ricordata anche per il successo di pubblico. “Partecipazione di tutte le fasce d’età – precisa il sindaco – Bambini, anziani. C’è stato un coinvolgimento totale, ed è quello che vogliamo fare. Ringrazio la città per la capacità che sa esprimere nella partecipazione, composta e rispettosa degli atleti. Ringraziamo i vigili urbani, sanitari, carabinieri, volontari della protezione civile e soprattutto gli organizzatori.”bovino-targa-crocifisso

IL CIRCUITO CLASSICO - Il ritorno al vecchio circuito delle grotte ha richiamato l’attenzione di figure istituzionali dei paesi limitrofi, come mostrano le tre gallerie fotografiche.

Hanno sfilato alcuni esponenti tra i quali il consigliere regionale di Castellana (città tappa del circuito), Domi Lanzilotta, il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio. Più tardi, durante la premiazione abbiamo sorpreso anche il primo cittadino castellanese, Franco Tricase.

I politici hanno approfittato per qualche posa con le Miss davanti agli obiettivi fotografici (vedi fotogallery).

Cerchiamo di mantenere anche questi valori - conclude Bovino ripensando al circuito classico - E’ una gara che ci appartiene pienamente, che però intendiamo partecipare anche al resto delle comunità limitrofe, proprio com’era in origine con il circuito delle grotte che passa da Castellana, Putignano, Conversano. Vogliamo così divulgare lo sport e speriamo che tanti giovani si innamorino della bicicletta.”

Tra le righe di apertura del depliant pubblicitario, il sindaco dedica un piccolo pensiero al circuito antico delle grotte. “Il recupero del vecchio percorso – scrive – nasce dalla volontà di far crescere la passione per questo sport nel territorio tutto del comprensorio dei trulli, grotte e mare”.

A rileggere quelle frasi, si insinua il sospetto che il sindaco riesumi dalle ceneri il famigerato consorzio ‘Trulli Grotte e Mare’. Consorzio del quale Bovino è presidente. Progetto consortile che per vicende note è ormai prossimo al fallimento.

 

Tutti i link correlati alla Targa del Crocifisso, alle foto e video:

VEDI ANCHE TARGA CROCIFISSO: VINCE RABOTTINI

VEDI IL VIDEO DELLA VOLATA DI RABOTTINI E PREMIAZIONE

VEDI ANCHE INTERVISTA A NICOLA PELLEGRINI E 'PISTA CICLABILE PERICOLOSA'

VEDI ANCHE INTERVISTA A MIMMO LASELVA SULLA TARGA CROCIFISSO

VEDI FOTOGALLERY 1: I politici e le miss

VEDI FOTOGALLERY 2: Giocolieri e sbandieratori

VEDI FOTOGALLERY 3: I consiglieri, la banda

Commenti  

 
#5 che du bali 2010-09-29 17:31
La targa crocifisso ha avuto 25 mila euro...la metà del budget stanziato per l'estate polignanese..
 
 
#4 lantana 2010-09-28 16:00
Speriamo l'assessore abbia preso appunti su quanto basta poco per organizzare una bella giornata...altro che direttori artistici e soldi spesi a vacand...Bravo a Laselva poichè le 2 manifestazioni sulle quali ha puntato hanno fatto il botto.
 
 
#3 curioso 2010-09-28 03:29
Bravissimi gli organizzatori, bella manifestazione ben riusciuta.
Quanto ha dato il comune per questa manifestazione???Forse è stata una delle migliori spese che ha fatto per questa estate polignanese!!!!
 
 
#2 polignanese 2010-09-28 01:50
Giornata da incorniciare. Grazie a Nico Pellegrini e alle sue cravatte ihiihihhii
 
 
#1 Bella giornata 2010-09-28 01:47
Bellissima giornata. c'era tanta gente! Gli occhi dei politici erano addosso alle splendide Miss. volponi o poliponi? ;-)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI