Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

TAGLI DEL 16% SU CONTRIBUTI PER LIBRI A POLIGNANO

LIBRICADABRA_3

Al comune di Polignano saranno indirizzati 51.153,00 € come contributi regionali per la fornitura dei libri di testo per l’A.S. 2010/2011. Questo è quanto stabilito con Delibera di Giunta Regionale n. 1818, con la quale la Regione ha approvato il piano di riparto a favore dei Comuni pugliesi.

Dai numeri riportati in documento, è possibile evidenziare una diminuzione dei beneficiari e dello stesso contributo per i libri di testo rispetto allo scorso anno. Nell’a.s. 2009/10 gli alunni beneficiari sono stati 633, ben 52 in meno rispetto all’anno scolastico 2008/09, con un contributo regionale di € 60.963, di gran lunga superiore rispetto agli attuali 51.153.

Di quei 633 studenti beneficiari che hanno ricevuto il contributo 2009/10, 304 hanno fatto parte della Scuola Secondaria di II° grado; la restante parte, 329 alunni, della Scuola Secondaria di I° grado. Per tutti loro, la Regione aveva erogato un contributo di acquisto pari a 60.963,00 €, ben 9.810 euro in più rispetto al nuovo anno scolastico. Per Polignano equivale a un taglio del 16,1% rispetto ai contributi erogati nel precedente anno scolastico, in linea con il peso della scure delle recenti manovre e dei tagli sulla spesa pubblica.

Tuttavia Polignano è piuttosto penalizzata rispetto a comuni come Monopoli dove, per esempio, i tagli sono del 12% o rispetto anche a comuni come Conversano e Turi.

Dalla stessa delibera si legge inoltre che alla Regione Puglia sono andati 10.249.996,00 €, secondo un criterio di riparto che si basa sulla percentuale di famiglie con reddito inferiore ai 30 milioni delle vecchie lire (dati ISTAT) e sul numero totale degli alunni frequentanti come risultano al Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca. Tale somma è così ripartita nei diversi comuni della Regione, che assegna una cifra media di 81,29 € per ogni alunno beneficiario nell’a.s. 2010/11.

Al singolo comune, è data comunque la facoltà di determinare gli importi dei buoni acquisto libri o gli importi da erogare come rimborsi, diversificandoli sia in base alla classe frequentata, che in base a fasce di ISEE, privilegiando le famiglie più bisognose.

In elenco, i contributi erogati nei diversi comuni della provincia di BARI:

  • Acquaviva delle Fonti - 36.420,00 €
  • Adelfia - 43.330,00 €
  • Alberobello - 12.438,00 €
  • Altamura - 202,788,00 €
  • Bari - 596.296,00 €
  • Binetto - 5.853,00 €
  • Bitetto - 26.420,00 €
  • Bitonto - 183.953,00 €
  • Bitritto - 24.040,00 €
  • Capurso - 34.712,00 €
  • Casamassima - 37.720,00 €
  • Cassano delle Murge - 31.542,00 €
  • Castellana Grotte - 28.615,00 €
  • Cellamare - 12.926,00 €
  • Conversano - 47.150,00 €
  • Corato - 142.833,00 €
  • Gioia del Colle - 42.168,00 €
  • Giovinazzo - 41.379,00 €
  • Gravina in Puglia - 159.824,00 €
  • Grumo Appula - 44.934,00 €
  • Locorotondo - 9.716,00 €
  • Modugno - 87.506,00 €
  • Mola di Bari - 58.938,00 €
  • Molfetta - 134.525,00 €
  • Monopoli - 118.852,00 €
  • Noci - 96.821,00 €
  • Noicattaro - 86.415,00 €
  • Palo del Colle - 66.742,00 €
  • Poggiorsini - 6.097,00 €
  • Polignano a Mare - 51.153,00 €
  • Putignano - 40.240,00 €
  • Rutigliano - 44.513,00 €
  • Ruvo di Puglia - 70.842,00 €
  • Sammichele di Bari - 8.128,00 €
  • Sannicandro di Bari -30.404,00 €
  • Santeramo in Colle - 80.822,00 €
  • Terlizzi - 94.315,00 €
  • Toritto - 31.298,00 €
  • Triggiano - 61.214,00 €
  • Turi - 17.966,00 €
  • Valenzano - 37.558,00 €

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI