Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

INAUGURATO L'UFFICIO TURISTICO: INTERVENTI E FOTO

ufficio-turistico-polignano

L'INFOPOINT AFFIDATO ALLA SECI CONSULTING FINO AL 31 DICEMBRE 2010

Franco Chiarello: 'Valorizzare anche i siti archeologici, ipogei e curare la pulizia'

 

“E’ un evento storico per tutti. Credo che continueremo a guardarci con rispetto e lealtà, perché tutto questo non ha a che fare con un colore politico.” Così, ieri sera, il sindaco di Polignano, Angelo Bovino, al taglio del nastro inaugurale del primo ufficio turistico di Polignano (vedi la fotogallery al centro)

“Bisognava istituzionalizzare il servizio. Sono tanti i risultati che otteniamo su tutti i network, ogni giorno. Siamo all’inizio e c’è tanto da fare.”. Il sindaco tende la mano agli operatori turistici presenti in sala e si abbandona poi, a un lungo abbraccio con l’assessore Mimmo Ruggiero, accolto trionfalmente da alcuni ospiti.

'ABBIAMO REGOLARIZZATO IL SERVIZIO IN BARCA' - “Basta con la retorica del turismo lagnoso, di quello che manca e di quello che ci vorrebbe - è in sintesi, l’intervento di Ruggiero ufficio-turistico-polignano-inaugurazione- Non siamo ancora un paese di imprenditori virtuosi. Vogliamo investire nei servizi. Abbiamo regolarizzato il servizio in barca - fa notare l'assessore, citando Dorino e i giri in grotta - Il mare oggi diventa una risorsa fruibile. E’ assurdo che venga il taxi da Conversano. "

"Abbiamo rifatto il bando per i servizi di trasporto, perché quello di quattro anni fa non ha funzionato, e per questo ringrazio Maria Centrone e Matteo Colella. Grazie al bando, cinque operatori di Polignano sono già operativi. Qualche anno fa il turismo era relegato solo allo spettacolo. Prima c’erano tanti uffici turistici: bar, tabaccai, polizia municipale, negozi di souvenir. Oggi invece, ne abbiamo uno con personale qualificato che parla più lingue straniere.”

L’assessore rivolge l’attenzione al presidente delle Grotte di Castellana: “Trovo assurdo che non ci sia un collegamento naturale tra Polignano e le grotte di Castellana.” Infine, ringrazia il dirigente Paladino e la direzione amministrativa “per l’impegno costante e il raggiungimento di questo storico traguardo”.

'VALORIZZARE SITI ARCHEOLOGICI E CURARE LA PULIZIA' - Franco Chiarello, Commissario Apt della Provincia di Bari apre una riflessione: “L’ufficio turistico è un fondamentale. Mettersi in rete è la chiave di volta per il successo. Non bastano solo le strutture ricettive. Per fare turismo bisogna specializzarsi. Bisogna anche lavorare sui territori di cui non esiste segnaletica, curarne la pulizia, valorizzare siti archeologici e ipogei.”.

Un operatore turistico polignanese si aggancia all’intervento di Chiarello, per invitare ad allargare il bacino di utenza e il raggio d’interesse dell’azione amministrativa: “Non dimentichiamo le masserie, i frantoi nelle campagne polignanesi, il sito archeologico di Santa Barbara…”. (l'articolo continua in basso...)

“L’Infopoint è la porta d’ingresso della città.” Interviene Vito Di Gravina della Seci Consulting di Bari, società alla quale il comune di Polignano ha affidato direttamente la gestione dell’InfoPoint fino al 31 dicembre 2010, con una soluzione in comodato d’uso. La Seci, tra i numerosi curriculum di aspiranti operatori turistici, ha selezionato quello di Lassandro Valeria di Polignano, che si occuperà della gestione dell’InfoPoint assieme a un funzionario della Seci.

ufficio-turistico-polignano-interniAttraverso il sito web si potrà consultare la disponibilità delle strutture ricettive e altre info. L'ufficio turistico aprirà tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 22 (fino alle 24 il sabato e la domenica).

L'OSTELLO DELLA GIOVENTU' - La Seci è anche vincitrice del bando Bollenti Spiriti per il recupero di strutture abbandonate. Alla ditta barese è stata affidata la gestione dell’Ostello della Gioventù in contrada Casello Cavuzzi e l’InfoPoint di piazzetta Minerva. Il comune ha chiesto il decentramento dell’ufficio informazioni da piazza Minerva al Comando della PM, nel locale appena inaugurato.

Sia l’ostello che l’InfoPoint (i cui lavori sono stati più volte sospesi per vicende note, modifiche al progetto iniziale e contenziosi con i residenti di piazza Minerva) sono in stato di totale abbandono. In particolare, nel caso dell’ostello di Casello Cavuzzi è attivo il sito internet. Diamo un’occhiata al portale: nella sezione tariffe, il sito web annuncia l’apertura dell’Ostello For Young il primo luglio 2010. Da allora non ha mai aperto.

Commenti  

 
#23 Pessimo agosto X Polignano nel cuore 2010-08-05 20:36
Così si dovrebbe ragionare ma siamo in pochi a pensarla in questo modo, io ho una attività nel centro storico e quando vedo certa gente e tutto ciò che vedo attorno(macchine, immondizia, ringhiere in anticorodal, arredo urbano inesistente, etc...) mi viene voglia di chiudere e andarmene.
Questo non è turismo, parliamoci chiaro...le serate come quelle di queste sere non hanno a che fare col turismo, il gelato non è una attrazione turistica, quando lo capirete???
Ascoltate di più le buone idee della gente se vogliamo fare turismo...
 
 
#22 polignanonelcuore 2010-08-05 18:42
Vorrei chiarire alcuni concetti riguardanti il turismo.Un paese non nasce turistico ma sono le persone che vi abitano che lo rendono tale.Polignano ha la fortuna di avere un mare bellissimo ma non ha strutture balneari (perchè non realizzarlo sulla scogliera a ridosso della scalinata di piazza modugno,come molte località della riviera ligure);ha un centro storico unico e non tutti i locali all'altezza del suo valore (decoro e regole per tutti );possiede una cultura agro alimentare invidiabile ma ci si ricorda del nostro paese solo per i gelati;le vie sono piccole come si conviene ad un paese dal retaggio storico ma circolano troppe macchine (pass per i residenti) , i parcheggi sono pochi e quelli nuovi non possiedono un servizio navetta.Questi sono solo alcuni esempi di attività che si potrebbero sviluppare per attirare un turismo di elite.Cosa si fa?Si aspetta che qualche forestiero investa e si conservano i propri soldi sotto il cuscino,lamentandosi del turismo mordi e fuggi che sporca e lo si vessa con servizi inadeguati ed a volte con prezzi delle merci non troppo onesti.Attendiamo con ansia il porto turistico sperando che mega yacht vi ormeggino ben sapendo che sarà solo l'attracco per piccoli natanti da diporto. Si vuole essere come Capri,Portofino,Porto ercole?(che poi cosa hanno di più se non la mentalità imprenditoriale di chi vi abita?)Cominciamo a spingere sull'amministrazione affinchè faccia il proprio dovere ;censuriamo il comportamento dei turisti cialtroni (è orribile vedere persone passegiae a petto nudo o in costume e bivaccare in ogni dove) e dei concittadini disonesti;concediamo sgravi a chi vuole investire in attività;creiamo un substrato culturale che possa attirare quel bel mondo tanto ammirato sulle copertine patinate.A tal fine lanciamo un concorso di idee da sviluppare per l'anno prossimo, esortiamo amici e colleghi ad aprirsi maggiormente alle novità che saranno un toccasana anche per l'economia locale,spingiamo la giunta a sentirci,altrimenti,la prossima legislatura passeranno inevitabilmente all'opposizione.Cari polignanesi,smettetela di lamentarvi,abbandonate l'invidia ed apritevi al mondo.
 
 
#21 indigeno 2010-07-31 12:12
per pam...
credo che non ci si possa "esaltare" quando si nota che si fa un passo avanti in una direzione (organizzazione eventi, calendario ecc...) e se ne fanno dieci in dietro in un'altra (arredo urbano, caos, pulizia delle spiagge, controllo del territorio ecc...)
Se personalmente, ma può essere una mia sensazione, facessi un bilancio non vedo passi avanti...nemmeno piccoli...vedo semplicemente un procedere a zig zag!
La sensazione che ho è che il paese sia di tutti tranne che dei polignanesi!
Concordo con te quando parli di inutili polemiche "sul'organizzazione di una sagra" che è e resta tale una festa di paese al pari della sagra delle pettole o dei panzerotti della "cozzana"...ma tu devi concordare con me e con molti altri commentatori di questo sito che non se ne può più di vedere gli agenti della polizia municipale che reggono una transenna invece di pattugliare il territorio dissuadendo comportamenti che rasentano gli atti vandalici...
Concorderai con me che non se ne può più di trovare i gradini della propria abitazione cosparsi di "scorze di pomodoro" e bottiglie di birra tipiche di una minoranza di turisti che nessuno "scoraggia" ma che grazie ai piccoli passi avanti di cui tu parli sono in aumento accrescendo la sensazione di qui passi in dietro di cui parlo io...
Vedi Pam probabilmente se nessuno di noi parlasse per "partito" preso le soluzioni si troverebbero ma la realtà mi porta a pensare che i nostri amministratori "litighino" invece di discutere per evitare il confronto che, sia per gli uni che per gli altri, risulterebbe deleterio perchè metterebbe a nudo una serie di carenze "culturali/ideologiche" proprie di molti dei nostri amministratori (tutti sempre pronti a trincerarsi dietro la bandiera dell'altruismo e dello spirito di sacrificio verso i propri elettori).
Almeno noi cara Pam non cadiamo nella rete della denigrazione e della presunzione...cerchiamo di dialogare per far capire a "lor signori" che le cose stanno cambiando e che alle prossime votazioni comunali per molti di loro è pronto un bel "calcio nel di dietro"...cari saluti
 
 
#20 Charles x pam 2010-07-30 20:18
Vorrà dire che ci sforzeremo di pìù per cercare di vedere questi piccoli passi avanti...
Tanto per raccontarvene una... ieri sera in Piazza S. Benedetto c'erano dei furgoni enormi parcheggiati proprio nella Piazza, secondo voi è normale scaricare la strumentazione e lasciare i furgoni in Piazza fino al termine dello spettacolo? Mi chiedo a cosa servono allora gli eventi...servono o non servono ad incrementare il turismo e a promuovere il nostro paese??
Il discorso è che sbagliamo sempre qualsiasi cosa si faccia cara pam, per questo motivo i polignanesi non vedono i passi avanti di cui tu parli.
Poi aggiungo che in una Piazza così piccola non si dovrebbero fare certi eventi, la Piazza era piena di strumentazione, palco, etc...quasi quasi non c'era posto per gli spettatori, roba da matti...per non parlare del fatto che bloccano sempre il passeggio al centro e la gente non sa come passare dall'altra parte, sotto (nei pressi del Millenium) è bloccato dalle transenne, sopra è pieno di tavolini dei locali, voglio vedere qual'è il passaggio che consente alla gente di passare da un punto all'altro.
 
 
#19 pam 2010-07-30 18:31
Per Indigeno:
voglio dire che è inutile fingere di essere ciò che non si è.Non è Portofino,non è Capri,non è un paese turistico come lo intenderebbe gran parte dei polignanesi.Voglio dire che abbiamo sì molte potenzialità,ma se continiuamo a lamentarci sia che si faccia in un modo,o in un altro,non si va da nessuna parte.
Sembra quasi che il popolo polignanese (e in particolare molti commentatori di questo giornale web) non siano in grado di vedere i piccoli passi avanti.Si direbbe che ci provino gusto a lamentarsi sempre e comunque.
 
 
#18 Violetta 2010-07-30 17:26
Ragazzi, qui proprio non va...come dice "vabbè" sembra che abbiamo fatto molti passi indietro (ufficio turistico a parte), io ho una attività nel c.storico e posso dire che la mattina non si fa un granchè, di solito all'una si chiude, molti preferiscono non aprire, il pomeriggio e la sera comunque si fa poco a parte alcuni giorni di fuoco(veramente pochi), ma la cosa desolante è che non c'è un minimo di continuità, sento dire dalla gente che opera nel settore turistico che bisogna destagionalizzare...qui secondo me bisogna lavorare prima per far arrivare gente in estate e poi magari destagionalizzare.
 
 
#17 Nathan Never 2010-07-30 11:54
@Michele Guglielmi: nel centro storico? spero tu stia scherzando... e cmq come al solito, per dirla alla polignanese "accom a vugh't a gir a sbagl"
 
 
#16 vabbè 2010-07-30 04:37
Vabbe che estate di cacca, manifestazioni che si svolgono negli stessi giorni, locali alle vuoti a mezzanotte e chiusi all'una e questo sarebbe il paese turistico.....con questo ass, abbiamo fatto 1000 passi indietro siamo tronati come 10 anni fa.....e vabbe stiamoci!!!!!!!!!!
 
 
#15 e le stelle stanno a guardare 2010-07-30 01:15
direttore nn devi tagliare i commenti xké sembra ke 6di parte pubblica i nomi e i cognomi...altro ke legge bavaglio!i nomi di tutti...indagate date i nomi...
 
 
#14 bellini 2010-07-29 22:02
queste foto sembrano una gita scolastica di ritorno da capri, ma un abito un po' piu' istituzionale ogni tanto ci vorrebbe visto il ruolo di primo cittadino e non da Tony manero senza calzini.
 
 
#13 visitatore2 2010-07-29 20:19
x indigeno
non dimentichiamo le altre incompiute: lungomare Colombo, ex mattatoio, porto turistico (già citato da te), strada di collegamento con Cala Sala, ecc.
 
 
#12 nn c resta ke piangere....è SUCCESSO 2010-07-29 20:11
Direttore fai un articolo immediato sul concorso dei Geometri è scandaloso..kome volevasi dimostrare guarda i primi 2arrivati& anke il terzo...chiama la magistratura........**********...xfavore INDAGATE...ALTRO CHE TURISMO QUESTA è MERDA IN FACCIA ALLA DIGNITà.....:cry::cry::cry::cry:
 
 
#11 Cittadinanza Attiva 2010-07-29 19:38
Ruggiero (ass.re) e Bovino (Sindaco) si sono entusiasmati per l'ufficio turistico aperto ieri, dopo vent'anni!, hanno ringraziato i dirigenti Palladino e Centrone, per il nuovo bando dei trasporti, "perché quello precedente non funzionava"! I responsabili del precedente bando, sempre loro?, sono stati almeno criticati? Politici e dirigenti sono solidali e sodali fra loro? Commissario Chiarello, condividendo quanto da lei detto, la invitiamo a far modificare i depliant promozionali: il ponte a cinque campate é Borbonico e non murattiano! Inoltre, faccia recuperare, ai suoi giusti e dovuti usi, la millenaria grotta Basiliana, inaccessibile a tutti e deposito di ombrelloni del lido S. Giovanni. Richiesta già fatta ai Sindaci Bovino e Di Giorgio senza alcun risultato! P.S. La Centrone, dopo l'esposto al Comm.rio Volpe, esibì un dossier fotografico, dov'é finito?
 
 
#10 arturo paganelli 2010-07-29 19:19
anche se con qualche " decennio " di ritardo finalmente polignano ha il suo punto di informazioni turistiche.Polignano dovrà riconoscersi meta di turisti senza pretendere imbarazzanti paragoni con capri,portofino ecc ecc.Avete mai visto nella piazzetta di capri giocare i bambini a pallone?...oppure auto in sosta?.Accontentiamoci delle realtà disponibili " catturando " i turisti per cordialità,ospitalità,buona cucina,itinerari artistici e culturali e non dimentichiamoci del rapporto col mare abbastanza difficile visto che polignano non ha più accessi al mare come quelli del salento che,piaccia o non piaccia,è capace di una maggiore attrazione turistica.Buon lavoro e buona fortuna!;-)
 
 
#9 indigeno 2010-07-29 17:44
scusa pam...non ho capito il senso del tuo intervento...forse mancano delle righe??!!
 
 
#8 Nathan Never 2010-07-29 14:32
se è un tuo parere è ovviamente una TUA verità... vorrei ricordare che fino a 15 anni fa, non 15 secoli ma anni, la vita del paese era la piazza, non vi era nulla di nulla, pochi turisti in genere sempre gli stessi... ovvio che si può fare di più ma in 15 anni un bambino arriva alle superiori, figuriamoci 16mila "bambini" ;-)
 
 
#7 PER LA REDAZIONE da MICHELE GUGLIELMI 2010-07-29 13:07
Cara Redazione,
solo qualche domanda: Perchè sarebbe stata auspicabile l'ubicazione nel centro storico? Non Vi pare che lì dov'è stia benissimo? Facilmente individuabile e raggiungibile; comunque, all'interno di una struttura oltre che nuova, già votata - sul piano pratico - alla prestazione del servizio per il quale nasce l'ufficio turistico...lo facevano già i vigili urbani!!
Il vero problema è che non riuscite (mai) a non dire la Vostra?
Rimane, tuttavia, sempre quella mia vecchia proposta; ossia, cambiare il nome del Vostro giornale. Un'idea:"PolignanoWeb - La voce di una parte del paese". Non più solo "La voce del paese"...pensateci!
 
 
#6 indigeno 2010-07-29 13:04
Sono totalmente daccordo con "Ghion"!
Le critiche sono dovute oggi più che per le attività per le difficoltà generate dalla disorganizzazione delle stesse...dalla mancanza di un filo conduttore (es...si fa la pista ciclabile e mettono i divieti di sosta per uno scopo che deve portare a...!!!) nel nostro amato paese sembra, perchè non è mai chiaro, che questa regia non esista...
L'ho detto in passato e lo ripeto se un rione come il gelso "gode" del "merito" di rilevanza urbanistica non si possono accettare gli infissi in anticorodal e ancor meno che diventi un enorme parcheggio o ancora che possano convivere gazzebi e tavolini sul manto stradale con la libera circolazione delle auto (queste incoerenze sono tutte amministrative...sfido chiunque a dirmi che l'amministrazione non centra nulla).
Un comune come il nostro (senza entrare nel merito delle colpe...) non può permettere che un luogo incantevole come il molo resti chiuso e cantierizzato per anni...ripeto senza entrare nel merito delle colpe!!! La nostra amministrazione con maggioranza ed opposizione dovrebbe unirsi affinchè o la darsena venga realizzata o venga ripristinato lo stato dei luoghi.
Se decido di organizare una sagra devo avere un filo conduttore e devo promuovere le attività del paese non posso accettare all'interno della sagra della patata uno stand di una azienda agricola murgiese di allevamento di cinghiali o quello di un negozio di animali ecc...
Non si possono non criticare azioni come quelle sopra riportate che possono essere corrette semplicemente applicando le leggi senza stravolgere nulla...
Mi auguro che l'ufficio turistico possa funzionare appieno con personale qualificato e pronto a girare eventuali istanze o osservazioni agli organi politici competenti affinchè quelle che oggi sono critiche diventino proposte...
ciao a tutti...
 
 
#5 pam 2010-07-29 12:45
"A mio modesto parere (e vi giuro che dico la verità) il nostro paese non può essere classificato come paese turistico. "

Devo dire che sono d'accordo.O quanto meno non "turistico" nel senso che intende la gran parte dei polignanesi,secondi i quali Polignano=Capri=Portofino&Co.

E comunque veramente non se ne può più di queste lamentele qualunque cosa si faccia/non faccia!Sembra che la maggior parte dei polignanesi viva con una spina sul retro,e che ce la rigiri bene pur di non dover cambiare!
 
 
#4 Ghion x chi pensa di prendere in giro i 2010-07-29 00:47
Le critiche ci sono per via della mentalità che c'è nel nostro paese, non è mai stata una mentalità brillante ed è risaputo che è stata sempre la gente non polignanese ad avviare attività di rilievo nel settore turistico, il classico polignanese è di solito quello che non vuol fare niente ma poi quando gli altri prendono iniziative valide, iniziano a piangersi addosso, il paese è sottosviluppato proprio per via dei polignanesi e gli amministratori non sono da meno.
I turisti ripetono sempre la stessa cosa...è un paese meraviglioso ma col tempo forse capirete come muovervi, avete bisogno di tempo per capire,
io so che non è questione di tempo purtroppo, quindi il paesello è quello che è, e così rimarrà per sempre fino a quando un bel giorno qualcuno avrà la brillante idea di assumere qualche manager del turismo e vi mostrerà tutto ciò che avete perso in questi e nei passati anni.
Ormai le cagate sono all'ordine del giorno e mi sembra abbastanza normale che qualcuno che inizia a pensare al turismo come opportunità di crescita del paese si faccia sentire.
Iniziate a fare cose valide e vedrete che la gente non si lamenterà più così tanto come in questi ultimi anni.
A mio modesto parere (e vi giuro che dico la verità) il nostro paese non può essere classificato come paese turistico.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI