Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

L'ESTATE CI COSTA 65MILA €: COMUNICAZIONE INESISTENTE

estasi_polignanese

Quanto ci costerà l’estasi polignanese? Dopo la beffa delle associazioni di Polignano, scavalcate da quella sportiva Centro Benessere Light di Matera che ha organizzato i concerti jazz, eravamo rimasti alla delibera non ancora resa pubblica.

Facciamo il punto. Per gli eventi dell’elenco di ‘serie A’, quelli organizzati dall’ente, è prevista una spesa di oltre 39mila euro. Agli eventi organizzati dalle associazioni locali (elenco B), andranno solo 3.300 euro complessivi.

Il comune pagherà le spese di supporto e fornitura servizi: dalle transenne, al montaggio palco, allacciamento alla corrente elettrica, SIAE. Per questo, sono stati presi in considerazione due preventivi: uno della Polimnia Service di Polignano di 8.400 euro (per servizi di supporto agli spettacoli, montaggio e smontaggio palchi, transenne e sedie), l’altro è della Saturno Service di Castellana Grotte che ammonta a 11.640 euro (audio e luci per le 13 date di concerti jazz, e altro).

La Sia complessiva ammonta a 3mila euro. Il direttore artistico, maestro Francesco D’Orazio, ci costa 5mila euro, più il 25% di percentuale dagli sponsor, sui quali l’assessore al turismo, in una conferenza stampa mise le mani avanti, preferendo guardare al futuro: “In futuro - si legge in una nota di Ruggiero del giugno 2010 - cercheremo di accelerare i tempi per realizzare un prodotto vendibile agli sponsor.”

Non conosciamo ancora i costi di realizzazione grafica e stampa, affidati alla Quiwi snc di Polignano e alla società di Alberobello, e delle quali abbiamo già abbondantemente argomentato.

Totale: il comune spenderà 65mila euro. Ma, la pubblicità degli eventi è quasi inesistente e sciatta. Fatta male, e laddove c'è, è praticamente inutile: gli addetti ai lavori griderebbero allo scandalo. Facile capire il motivo. Ci sono società che organizzano tutto in pacchetti: dalla comunicazione, al service, dai comunicati stampa alle stampe.

Nel nostro caso invece, i depliant sono davvero introvabili; pezzi ricercati da collezioni rare. Mentre il cartellone dell’estate è in pieno svolgimento, non c’è traccia di comunicati stampa degli eventi sui principali quotidiani online della Puglia e della provincia di Bari. Ad esempio, il Tacco di Bacco.it è l’ABC della comunicazione di eventi e concerti. Eppure, nessuno dell’ufficio stampa (organizzato tutto in casa, con comunicati stampa inviati dall'indirizzo email di un cittadino privato; professionalità e efficacia della comunicazione uguale a zero) ha mai pensato di inviare un comunicato al sito di eventi più cliccato in Puglia.

Tanto nel capoluogo berese, quanto a Polignano non c’è traccia di manifesti e locandine. Sul sito istituzionale del comune, praticamente inutile e scandaloso (se stiamo alle disposizioni sulla trasparenza di Brunetta dovrebbe riportare delibere, determine e atti pubblici, e non farlo è gravissimo per la legge sulla trasparenza), non si dà il giusto risalto agli eventi.

A proposito, dov'è finito il "nascituro ufficio turistico" di imminente apertura alla vigilia di San Vito?

 

Commenti  

 
#15 questo si che è allucinante 2010-07-17 16:35
Scusa Vituccio, ma ti devo correggere. Io sul Tacco di Bacco ho visto anche gli altri concerti jazz. Poi non è detto che debbano segnalarli tutti insieme gli eventi. Può anche darsi che lo facciano di volta in volta. Che ne so. Secondo me, in fin dei conti l'importante è che ci siano almeno qualche giorno prima. Per quanto riguarda i quotidiani "online", che cosa intendete voi? Di quali quotidiani parlate? Oh, io leggendo il tuo commento sono andato a cercare Estasi Polignanese su google ed ho trovato questo link: ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/07/11/estasi-la-stagione-sul-mare-domani.html
Oh, sia chiaro, non è che provi piacere a "difendere" la massa di ignoranti che gestiscono questa città, nè tantomeno il presunto Assessore "tecnico", nè tanto meno il direttore artistico (a quanto pare molto artistico e poco direttore) ma non mi piace quando si dicono le cose così, giusto per dirle.
 
 
#14 Ghion 2010-07-17 14:49
Ci vuole un progetto per Polignano, per i primi anni bisognerà investire sull'arredo urbano e spiagge poi si potrà iniziare a fare turismo, così come lo facciamo noi non porta bene, se continuiamo così si lavorerà sempre e soltanto ad agosto!
 
 
#13 autocritica, critica, consiglio costruttivo 2010-07-17 13:11
Certo che districarsi tra i commenti è davvero difficile, allora prendendo spunto da chi egregiamente ha criticato e chi ha poi criticato chi criticava inizierò facendo autocritica.
Sono polignanese d'adozione, e reputo che noi polignanesi siamo i primi fautori dello scempio della nostra cittadina, non ci teniamo ad essa.
Presuntuosi come siamo, dettiamo legge sui parcheggi: "qui si qui no, qui abito io e mi faccio le strisce gialle come voglio io.....".
Per non parlare della pulizia delle strade, le cartacce le buttiamo noi, sempre noi buttiamo l'immondizia nei cassonetti nelle ore non previste, sempre noi non controlliamo che l'appalto regalato dal comune alla teknoservice sia rispettato dando alla città cassonetti degni di questo nome.
Noi siamo quelli che nella giungla dei bed&breakfast apriamo in ogni dove case vacanza senza che il comune controlli i prezzi degli stessi e soprattutto che siano b&b e non alberghi camuffati da questi a scapito di strutture più accoglienti.
Noi siamo quelli che non rispettiamo le regole.
La critica e a chi governandoci non impone le regole, come in una famiglia i genitori impongono le regole così dovrebbe fare chi ci governa, dettandoci i tempi senza paura di un non ritorno elettoralistico.
In sostanza siamo noi che vogliamo alcune nefandezze e chi le commette sà che l'impunità è dietro l'angolo.
Nello specifico, un buon polignanese dovrebbe considerare che 65.000 euro spesi per un programma disarticolato e soprattutto male pubblicizzato, fatto soprattutto per allietare le serate di chi ci governa (sono gli unici a conoscere date e artisti) non dà lustro ad una cittadina che potrebbe nel segno delle sue bellezze naturali e soprattutto tenendo presente alcuni suoi figli illustri presentare un cartellone di eventi a loro ispirati e soprattutto articolato in modo da essere sempre una prosecuzione l'uno dell'altro.
A cosa serve un direttore artistico se non a questo?
Si poteva chiamare una agenzia del settore chiedergli un programma farglielo gestire e conparteciparvi.
Senza troppe spese e senza aggravi di responsabilità.
Mi domande se un macellaio possa decidere di fare un giorno l'orefice di mestiere allora a polignano chi vende case può gestire un'estate e un cartellone estivo? se è così ben venga ma se il macellaio deve continuare ad affettare filetti chi vende case non può rifilarci un cartellone pocco interessante per i polignanesi e poco allettante per i turisti
N.M.
 
 
#12 indigeno 2010-07-17 11:57
Caro "un turista" lo hai detto tu in premessa "non sei un incivile"...ma quanti lo sono???
Quanti pur sapendo che non troveranno parcheggio questa sera si riverseranno nel "quartiere gelso" (dove si trova la statua del "vigile Modugno" per intenderci) lasciando la macchina dove capita???
Quanti questa sera mangeranno focaccia berranno birrà lasciando le "scorie" sugli scogli???
Chiamo turisti coloro che rispettano i luoghi...è ovvio che il "bivaccare" non era riferito a chi passeggia o si ferma ad ascoltare le tesi dei grandi relatori del "libro possibile"!!!
Tu come definiresti chi si siede ai gradini di casa tua per mangiare la focaccia lasciandoti gli stessi sporchi di bucce di pomodoro e lasciandoti la bottiglia della birra in ricordo e ringraziamento della piacevole serata???
Se tu sei uno dei tanti che arrivando a polignano lascierà la macchina "anche fuori paese" (senza inoltrarsi in una ricerca affannosa del parcheggio più vicino possibile al centro)godendosi una piacevole passeggiata anche di diverse centinaia di metri hai il mio pieno rispetto se invece lascerai la macchina magari nei posti riservati ai disabili (come accade di continuo) o ai residenti (meno grave!!!) francamente preferirei che ti stessi a casa!
 
 
#11 vituccio 2010-07-17 02:07
l'articolo mi sembra di capire parla di quotidiani online e non di repubblica e corriere su carta... la notizia sul tacco di bacco è stata inserita solo dopo che hanno appreso dall'articolo su polignanoweb e comunque gli eventi precedenti non sono mai stati inseriti, lo dico io che seguo sempre il tacco di bacco e so come si inviano i comunicati.

se fai su ricerca sul sito del tacco di bacco scoprirai che l'unico evento inserito finora è quello del 19 luglio. quindi hanno scoperto da qui che esiste il tacco di bacco e gli hanno mandato il comunicato stampa oggi. devono pure ringraziare le critiche, grazie alle critiche scoprono l'acqua calda!
 
 
#10 questo si che è allucinante 2010-07-17 01:21
No, scusate, va bene criticare (sul programma avrei mooolto da dire anch'io), ma non scrivete cavolate almeno! Io frequento regolarmente il Tacco di Bacco e mi pare che gli eventi dell'Estate ci siano. Guardate qui ad esempio: www.iltaccodibacco.it/puglia/eventi/31091.html
E poi,scusate, ma come fate a dire che non è pubblicizzato sui quotidiani se io ho letto del concerto jazz di Paola Arnesano sia su Repubblica che sul Corriere di domenica scorsa? E poi su Repubblica da qualche giorno c'è anche uno spazio pubblicitario, che credo il Comune abbia acquistato, con gli
eventi della prossima settimana.
Per quanto riguarda i manifesti avete perfettamente ragione, mai visti!
 
 
#9 mr. Polignano 2010-07-16 23:04
serve un indirizzo, sopratutto Politico, per rendere la Nostra Polignano una cittadina accogliente sia per i turisti sia per noi stessi.
Il vigile urbano, deve essre ligio al suo dovere, multando chi trasgedisce, sporca, ed offende il lustro della nostra cittadina.
I Direttori Artistici, essendo stati nominati per tate compito, devono publicizzare in lungo e largo la nostra cittadina.
Io di tutto ciè, onestamente, non vedo ne traccia ne ombra, infatti il notro cartellone, se esiste, viene pubblicizzato unicamente tramite passaparola.
Accogliamo degnamente i nostri Turisti, in fondo son loro che oltre a renderci pubbicita, se hanno trascorso una bella serata nella nostra cittadina, ci lasciano anche dei soldini nel nostro paniere.
ma se accogliamo il turista, dovremmo anche dare modo di accedere ad un luogo dove fare pipì.
Amici, come sempre.....la nostra Polignano ha vissuto, vive e vivrà sempre alla Carlona Maniera:-)
 
 
#8 visitatore. 2010-07-16 22:25
bravo "un turista" sei un grande......... davvero.
questi sono solo una massa di criticoniiiiiiiiiiii
 
 
#7 un turista 2010-07-16 20:44
Non sono polignanese e sono capitato per caso su questo sito cercando ragguagli sul programma de Il libro possibile...stasera sarò a Polignano e benchè forestiero non sono un incivile, so che mi aspetterà una lunga "passione" per trovare parcheggio come accade in tutte le località turistiche quando ospitano grandi eventi come il festival in corso a Polignano. Spero di non "molestare" i residenti con la mia presenza e di non "assediarli" unendomi alla "carovana" che "bivaccherà" in qualche locale per cenare, lasciando svariati euro.
Spero anche, per la gioia di alcuni, che arrivi presto l'inverno così tornate beatamente a bisticciare fra di voi per i panni stesi alla finestra... le politiche turistiche, prima di diventare atti dell'amministrazione, devono esistere nella "mentalità" di un popolo... scusate per l'intrusione e grazie per l'ospitalità.
 
 
#6 visitatorestanco 2010-07-16 20:00
piu' che un paese turistico sembra un circo dove alla fine della festa rimane solo la cacca da spalare, ma il fetore non va via perchè il danno è nel comune
 
 
#5 indigeno 2010-07-16 18:34
Nell'estate polignanese ci sono tante cose che non vanno bene...
Viviamo ormai in un paese così tollerante da "sembrarmi" anarchico!
Mi piacerebbe tanto che la nostra amministrazione...ma anche l'opposizione...prima ancora di programmare e spendere per gli eventi rendessero vivibile il proprio paese per i propri concittadini (tutti i residenti) soprattutto anziani e bambini...
Mi piacerebbe tanto vivere l'estate polignanese con le scogliere pulite e non vedere puntualmente la "pentima piatta" lastricata di cartacce, bucce di pomodoro, bottiglie di birra e quant'altro...
Mi piacerebbe tanto "non vedere più" auto viaggiare controsenso sul lungomare Domenico Modugno sotto gli occhi spesso chiusi delle forze dell'ordine e con grave rischio per tutti coloro che vogliono godersi una semplice ed "impagabile" passeggiata con lo sfondo di una vista senza "prezzo"...
Mi piacerebbe tanto vedere l'estate polignanese senza le auto degli "incivili non turisti" che parcheggiano a c...o di cane o nelle aree riservate ai residenti...
Mi piacerebbe tanto vivere l'estate polignane senza l'angoscia del parcheggio e senza l'irriverenza dei forestieri di turno che "molestano" con la loro maleducazione e trascuratezza il mio(nostro) paese...
Mi piacerebbe tanto vivere l'estate polignanese con i vigili urbani che prima ancora di essere "tolleranti" con gli incivili forestieri (resi tali anche dalla mancanza di politiche turistiche adeguate) pensassereo ai residenti spesso "assediati" dalla "carovana e dal bivacco serale"...
Mi piacerebbe tanto vivere un'estate polignanese in cui l'attenzione economica fosse rivolta alla valorizzazione e salvaguardia delle bellezze naturali ed artistiche del nostro comune...
Mi piacerebbe tanto vivere un'estate polignanese in cui non si vede transitare un'auto a partire dall'ingresso di polignano sud fino a quello di polignano nord per potermi godere lo splendido profumo di un mare ancora per poco pulito...
Mi piacerebbe tanto vivere in un paese dove gli esercenti di pizzarie e bar capissero l'importanza e la necessità di proteggere il luogo perchè è il proprio patrimonio...
Che peccato vivere in un luogo che è per tutti tranne che per se stessi!!!
 
 
#4 la verità..... 2010-07-16 15:26
hei anonimo86 studiati la storia i comunisti nn esistono da un pezzo....
 
 
#3 visitatore. 2010-07-16 15:16
sempre e solo critiche....... non uno straccio di proposta, critiche critiche critiche, ma non siete stanchi di fare solo questo????
 
 
#2 e le stelle stanno a guardare 2010-07-16 15:14
gli uffici comunali sono in ferie già da un pezzo..i dirigenti & politici si vedono solo di sera al calar del sole &al fresco xmettersi in vetrina dello scadente cartellone dell'estasi polignanese...
 
 
#1 anonimo86 2010-07-16 15:05
A polignano va tutto bene. Siete i soliti comunisti!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI