CONCORSO PUBBLICO: SI PRESENTANO SOLO IN VENTI

palazzo_comunale

Si è tenuta ieri mattina, nell’auditorium della scuola Media Sarnelli De Donato, la prima prova pratica scritta per il concorso di selezione pubblica per un istruttore direttivo al Comune di Polignano.

Il contratto è a tempo pieno determinato della durata di 12 mesi. Hanno presentato domanda circa una quarantina di laureati, molti dei quali provenienti dai paesi limitrofi. Alla prova scritta si è presentata solo la metà dei concorrenti che hanno presentato istanza.

La commissione d’esame era composta da quattro membri interni: il dirigente Nicola Paladino, Romano Cuscito, Vitantonio Galluzzi e Gianni Cantatore.

'PROVA FATTIBILE' - Qualche ora dopo la prova, all’uscita dall’aula ‘bunker’ alcuni volti dei concorrenti ci sono apparsi piuttosto sereni. Una traccia aperta è stata estratta da tre buste chiuse. Un ragazzo di Polignano è soddisfatto del suo elaborato: “La prova scritta era fattibilissima - le dichiarazioni ai nostri microfoni - Per chi studia e si prepara non dovrebbero esserci problemi. Attendiamo i risultati della prova scritta. Chi supera questo esame potrà accedere all’ultima prova orale.”

LE TRACCE D’ESAME - La prova scritta era divisa in due parti. Nella prima si chiedeva la definizione del bilancio di previsione di un ente locale e i principi sui quali si basa lo stesso, quindi l’iter formativo e procedurale. Nella seconda parte bisognava produrre un vero e proprio bilancio, un facsimile di una delibera di consiglio comunale con all’interno capitoli di spesa e di entrate relativi al bilancio. Per poi verificare che gli stessi capitoli fossero coerenti con il patto di stabilità dell’ente locale.

Cinque ore a disposizione dei concorrenti. Dopo circa un’ora, la metà degli elaborati erano già sul banco della commissione d’esame.