Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

ESCLUSIVO: CONCERTI AFFIDATI A SOCIETA' SPORTIVA DI ROMA

estate-polignanese-conferenza

Ruggiero: 'Non daremo soldi a pioggia alle associazioni polignanesi'

Poi si affida l'organizzazione dei concerti jazz a una società sportiva dilettantistica di Roma. Perchè?

 

 

Indovinate chi organizza i concerti di jazz dell’estasi polignanese, fiore all'occhiello dell'assessore Ruggiero?

Con  la determina n. 450 del 23 giugno 2010 il comune ha affidato a una società sportiva dilettantistica di Roma, con sede anche a Matera.”, l’organizzazione delle otto serate jazz previste nel cartellone dell’estate polignanese. La società romana si chiama “Centro benessere light srl.

500 euro a serata più iva, per un totale di 4 mila euro. Il service e le strumentazioni sono a carico del comune. Del service, tra l’altro, secondo il metodo Ruggiero se ne occupa il direttore artistico che costa 5 mila euro più 25% dalle sponsorizzazioni.

AVEVA GIA' FATTO RICHIESTA - La società “Centro benessere light” ha protocollato una richiesta il giorno della vigilia di San Vito, il 14 giugno 2010 (n. protocollo 13709). Mentre, il 16 giugno, appena due giorni dopo, è stato affidato l’incarico di direttore artistico.

Tutto ciò non fa che avvalorare la tesi del bando bufala e l’idea che il cartellone era già nella mente tempo prima della pubblicazione del bando: il giro delle associazioni, i contatti del direttore in pectore poi rinunciatario, ecc.

'NON DAREMO SOLDI A PIOGGIA' - Leggiamo attentamente la nota dell’assessore Ruggiero : “Vogliamo recuperare il ruolo dell’Ente – fa scrivere Ruggiero nella nota stampa diffusa il 26 giugno scorso – che non eroga solo contributi come in passato, ma programma gli eventi. Di qui la scelta di un doppio cartellone che punta a un salto di qualità, reso possibile dalla prestigiosa direzione di D’Orazio e dal sostegno della Provincia di Bari.”

Tra l’altro si parla di programmazione di eventi realizzata in soli 11 giorni, ma senza un piano di comunicazione. “Non daremo più finanziamenti a pioggia alle associazioni”.

Di più. Il sindaco Bovino parla di chiusura con il passato, con le clientele e le forme di clientelismo: “Con molta modestia – dichiarò pubblicamente il primo cittadino - stiamo cercando da diversi anni di mettere a fuoco questo meccanismo dell’estate polignanese che, troppo spesso, nel passato, è stato frutto di un clientelismo, di un modo di gestire in forma clientelare… le solite richieste, gli amici degli amici e quant’altro”. (vedi link in basso, a fine articolo e interviste)

 

La verità è che l'amministrazione ha preferito una società di Roma rispetto alle associazioni di Polignano che sono state così umiliate e relegate nel cartellone di serie B.

Alcune di queste associazioni polignanesi organizzano concerti ed eventi da tantissimi anni, non solo di musica jazz (come fa la società sportiva di Roma).

I nomi nel cartellone diretto dal Maestro sono riciclati…(Faraualla, Orchestra della Provincia di Lecce, Rosanna Casale, Mario Rosini, solo per citarne alcuni), altri come Mirko Signorile, la Casale, hanno suonato al Begula Cafè in più serate; un locale tanto in voga a Polignano che organizza da sempre concerti anche di livello superiore rispetto al famoso “prodotto vendibile agli sponsor” – per dirla alla Ruggiero.

“Arriva l’estasi polignanese” - l’assessore Ruggiero, in un inquietante comunicato stampa, mette le mani avanti e smentisce la natura stessa del bando per la nomina del direttore artistico, nonché il disegno che è da tempo nella sua mente e il famoso piano marketing: “In futuro - si legge nella nota - cercheremo di accelerare i tempi per realizzare un prodotto vendibile agli sponsor”.

In futuro? Ma non si parlava di sponsor già nel bando di gara per la nomina del direttore artistico? Non si parlava di prodotto dell’ente, di marchio di fabbrica che esclude le associazioni locali perchè è un “progetto che il comune farà proprio”? Dove sono questi sponsor? E' forse fallito il piano marketing dell'assessore?

Intanto, il cartellone dell’estate polignanese incalza: il 28 si è tenuto il primo degli otto concerti jazz ed è stato un vero flop, il 26 giugno il concerto di musica popolare irlandese con Kay McCarthy. Dei manifesti per il primo concerto jazz neppure un rigagnolo di colla. I depliant del cartellone estivo con la grafica 'effervescente' della Quiwi non sono ancora in circolazione, o forse non sono ancora in stampa. Nessuna campagna di comunicazione. Non c'è uno straccio di comunicato dell'estate polignanese sul sito istituzionale del comune. Della delibera dell'estate non c'è traccia. Non si conoscono ancora i costi e ulteriori dettagli organizzativi. Il metodo marketing ora ci insegna che fare campagna di comunicazione di eventi in corso di svolgimento ormai non ha più senso.

In compenso, almeno noi di Polignanoweb, il programma completo dell’estate polignanese lo abbiamo pubblicato. E tanto altro ancora, pubblicheremo.

****

VEDI LA CONFERENZA DELL'ESTATE POLIGNANESE E COMMENTI

IL CASO QUIWI E GRAFICA DEL CARTELLONE ESTIVO

I CAPOLAVORI PSICHEDELICI DELL'ESTASI POLIGNANESE

TUTTI I LINK BANDO BUFALA, COMMENTI E ALTRO

IL FESTIVAL DEL LIBRO POSSIBILE: PROGRAMMA

IL PROGRAMMA DEFINITIVO DELL'ESTATE POLIGNANESE

INTERVISTA MIMMO RUGGIERO, PRIMA PARTE: 'L'UFFICIO TURISTICO PRIMA DI SAN VITO'

INTERVISTA RUGGIERO, SECONDA PARTE: I SERVIZI TURISTICI

INTERVISTA DIRETTORE FRANCESCO D'ORAZIO

 

 

 

Commenti  

 
#8 insolisuoni 2010-07-03 13:22
x vabbe'!!
tanto siamo amici dell'assessore che ci relegati nel cartellone B!!
anche se ci aveva assicurato, più di una volta, il contrario.
A quel punto d'accordo con il manager dell'artista, abbiamo deciso di annullare la data in programma. Non capiamo a cosa ti riferisci, dei concerti al begula, forse ti riferisci alle Faraualla che abbiamo ospitato nel 2007.
 
 
#7 ariamara 2010-07-02 22:32
,,,,,,,,,,e bravo Medidate Gente, la tua è un ottima proposta.
Si potrebbe benissimo decurtare la spesa di nolleggio Pulman, dagli elumenti distribuiti ai Vari Direttori Artistici.
E' un' Ottima idea ?????:D:D:D
 
 
#6 meditate gente 2010-07-02 19:06
Basta con questa estate polignanese.....io proporrei di spostarci tutti nei paesi limitrofi...che presentano programmi decisamente più interessanti...l'assessore potrebbe mettere a disposizione dei pulman per cittadini e turisti....sicuramente avrebbe risparmiato.
 
 
#5 vabbe 2010-07-02 00:28
Volete sapere l'ultima, sn state decise le date gli introiti ma ci sono ancora cantanti o artisti privi di associazioni per poter esprimere il loro talento, senza considerare che ci sono alcuni concerti uguali all'anno scorso che guarda caso sn figli e nipoti di assesori o maici di asseosri, bravo asse. Ruggiero proprio quello che lei professava si è verificato. Cmq alcuni conserti tenuti al begula sono stati organizzati dall'ass. insolisuoni, guarda caso molto amico ddell'Ass. Ruggiero e guarda caso quest'anno nn polemizza per niente su nessuno giornale. Bah! potere del mistero.......
 
 
#4 MICHELE GUGLIELMI 2010-07-01 14:45
Secondo me dovreste cambiare il nome del giornale. Un'idea: "PolignanoWeb, la voce di una parte del paese"...pensateci!
 
 
#3 gelataio 2010-07-01 03:41
ma non e' ora di smetterla.......di metterci in ridicolo ?????????>:sad::sad:
 
 
#2 cittadinanzapassiva 2010-06-30 17:10
++++ si poteva sintetizzare in una frase che peraltro io e molti altri stiamo esponendo da tempo:
D'orazio non ha fatto nulla, se non inserire ben DUE E DICO DUE suoi concerti moooolto ben pagati ed accettare il lavoro che "un altro" stava svolgendo da tempo.
circola anche voce che d'orazio non ha neanche idea di chi sia il fonico del service (provare a chiedere per credere) e non si è neanche presentato ai primi programmi di questa "effervescente estasi polignanese".
ora, cari Lerede e Teofilo che io tanto ammiro per il centellinante lavoro di critica e puntualizzazioni, spiegatemi, magari dialogando su queste pagine, perchè Francesco D'orazio non si fa una iniezione di +++ (e vi prego questa volta di non censurarmi la parola +++) e fa un passo indietro, lasciando all'assessore la libertà di disporre dei suoi:
- 5000 euro per il contributo di Direttore Artistico
- 5000 euro per il suo concerto in trio dedicato a Ravel (che possiamo tranquillamente farne a meno, si sa che la musica classica in estate non va perchè nessuno si chiuderebbe in un luogo coperto, quale la chiesa Madre se non erro)
- l'ammontare del concerto dei Canti del Mediterraneo (del quale non ricordo il cachet "che circola" e che vede una sua ben remunerata partecipazione)
- l'ammontare di quel 25% sulle sponsorizzazioni (che probabilmente non ha, avvalorando oltremodo l'ipotesi che vede d'orazio inaspettato vincitore del bando bufala stesso).
ad occhio e croce Francesco D'orazio lascerebbe qualcosa come 15.000 euro come minimo, con i quale artisti come Francesco Bovino, Vito Facciolla, Maurizio Pellegrini e gli stessi Francesco Masi e Domenico Simone potrebbero dire la loro, per l'arte che rappresentano?
ancora voi Lerede e Teofilo che tanto stimo, spiegatemi (voi che avete spiegazioni per tutto) perchè Francesco D'orazio risulta sordo a tutte queste campane che inneggiano ad una sua rinuncia visto che si sa che lui non c'entra con polignano e la nostra estate?
io aggiungerei un Vergogna (sperando che non censurate anche questo).
grazie e a presto!

________________________________________


Gentile "cittadinanzapassiva" alcune considerazioni (notturne)

1. Lerede-Teofilo sono 2 persone diverse, spesso con idee diverse, e dunque esprimo il mio solo pensiero.

2. Esprimo solo un pensiero umile e non una "spiegazione"... una opinione e uno stimolo di discussione senza altre prestese...

3. Veniamo al dunque... io non conosco D'Orazio e in generale credo sia meglio valutare...quando le bollicine effervescenti saranno concluse... in autunno si vedrà.

Bisogna poi riflettere anche su come "valutare". Quali i parametri? Quali gli obiettivi? Possiamo lasciarci anche andare a considerazioni del tipo..."gli stipendi dei politici", "i vantaggi della casta"...etc.

Personalmente preferisco pensarci e riflettere in profondità.

Si poteva risparmiare 15 mila euro? si. Ma per cosa? Quale alternativa?

Ora non fraintenda la mia risposta. Non credo "scorretta" la sua opinione ma è il lasciarsi andare che non condivido.

Io partirei dall'inizio.

Ad esempio il ruolo del Direttore Artistico qual è? Che relazione c'è con la ricerca di sponsor?

Alternative:

1. perchè non organizzare un serio concorso di idee: associazioni, scuole, cittadini... ( se l'estate e i soldi sono dei polignanesi, perchè non ascoltarli?...)

2. perchè affidare il 25% al direttore... e non in concorso con "società" specializzate...e con contratti ben strutturati e con garanzia?

Potremmo continuare... ma la domanda che mi sono fatto osservando questa "gestione" è... l'estate per chi è stata pensata ed indirizzata?

sperando di poter intervistare presto i protagonisti... vi aggiorneremo!
 
 
#1 zanzibar 2010-06-30 16:17
+++
non sa cosa sta facendo. Ruggiero ignora chi sono gli artisti e i concerti in programma. La verità è questa !!!
Quest'inverno il ristorante "Infermento" in p.zza s.benedetto ha proposto una rassegna jazz a pari livello da quella decantata dall'assessore.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI