Giovedì 25 Aprile 2019
   
Text Size

BOVINO SU O. NEAPOLIS, ESTATE E RADIO TOUR

bovino-sindaco-estate

BOVINO SU OPERAZIONE NEAPOLIS: 'Mi auguro ci sia genuinita' dietro...'

CRITICHE AL RADIO TOUR. Bovino dichiara: 'Non condivido il percorso di Eugenio Scagliusi...'

IL CASO GRAFICA DELL'ESTASI POLIGNANESE E TANTO ALTRO

 

“Con molta modestia stiamo cercando da diversi anni di mettere a fuoco questo meccanismo dell’estate polignanese che, troppo spesso, nel passato, è stato frutto di un clientelismo, di un modo di gestire in forma clientelare… le solite richieste, gli amici degli amici e quant’altro”. Così, il sindaco ieri mattina in conferenza stampa alla presentazione del cartellone “Estasi Polignanese. Effervescente. Naturale”. In realtà, più effervescente che naturale.

Qualche minuto dopo queste dichiarazioni, scopriremo che il progetto grafico per lo slogan e il cartellone dell’estate polignanese è stato affidato direttamente dall’assessore al turismo alla società estate-polignanese-2010Quiwi, la stessa che protocollò la lettera di protesta dei grafici contro l’assessore Ruggiero, contestando l’affidamento diretto per la realizzazione della guida turistica e del logo. Contestando anche, durante il confronto con il sindaco in aula, la presenza nella guida di alcune associazioni e imprese come Cittattivo lo sportello amico, Verdeacqua Turismo, considerate dalla Quiwi privilegiate. Ovviamente, bocche cucite in conferenza stampa.

Scopriremo, tra l'altro, che il direttore artistico parteciperà a uno degli eventi in cartellone: omaggio a Maurice Ravel, il 24 luglio ore 21 (Nicola Fiorino, violoncello. Giampaolo Nuti, pianoforte con la partecipazione di Francesco D’Orazio, violino). Quanto ci costerà? C’è motivo per pensare a un conflitto d’interessi?

Scopriremo infine, che eventi organizzati da associazioni polignanesi (Insolisuoni, Anime Migranti, solo per fare degli esempi) si trovano confinati in un elenco che noi chiameremo di serie B, salvo poi ritrovare alcune manifestazioni tipiche della “storicità polignanese” - che stando a quanto osservato in conferenza, in teoria dovrebbero essere nell'elenco B - e che invece, sono nell’elenco di ‘serie A’. Insomma, due pesi e due misure. Per Mimmo Ruggiero, una scelta di marketing che privilegia il prodotto dell’ente comunale. Per il Maestro D’Orazio, una scelta artistica.

Dulcis in fundo, il bando bufala per la nomina del direttore artistico e il programma dell’estate il cui indirizzo era già noto alle associazioni di Polignano, prima ancora che sul sito istituzionale apparisse il regolamento del bando con relative scadenze. Invece, l'elenco di serie A - dicono in conferenza - sarebbe stato organizzato tutto in pochissimi giorni dal direttore, nominato pensate, solo il 10 giugno scorso. (Di tutta questa carne al fuoco trovate i vari articoli e link alla fine dell'intervista).

Finiamo con lo scoop dei 12mila euro al famoso Sete di Radio Tour, pubblicato sul nostro sito; evento per il quale anche il presidente del consiglio Eugenio Scagliusi ha mostrato alcune riserve.

eugenioscagliusi_fine_2009“Il problema non è quello di condividere o no determinate iniziative - è il presidente qualche giorno fa, ai microfoni di una emittente locale - è proprio l’estemporaneità dell’iniziativa che a me non sta bene. Quella poteva essere una iniziativa pur valida. Doveva però essere effettivamente condivisa e soprattutto inserita in una programmazione più ampia.”

SCAGLIUSI CHIEDERA' INCONTRO CON I CAPIGRUPPO - Intanto, il presidente Scagliusi, contattato telefonicamente, ha annunciato che chiederà a breve un incontro con i capigruppo e i segretari di partito in modo che “si possa riflettere su responsabilità e ruolo in consiglio comunale”. “Il livello di tensione che si è registrato in consiglio comunale – ha aggiunto – è insostenibile.” Dimissioni? “Io non mi dimetterò mai” – ha tagliato corto.

Il sindaco Bovino invece, nell’intervista esclusiva che segue, ha mostrato riserve sul nuovo movimento politico “Operazione NeaPolis” (stasera ore 19 conferenza stampa di presentazione), e comunque sui movimenti politici in generale: “La formazione degli uomini che devono amministrare una città e svolgere un ruolo amministrativo - ha dichiarato ai nostri microfoni - credo debba in ogni caso appartenere alle formazioni politiche”. Sempre nell’intervista, il primo cittadino difende la scelta dei 12mila euro spesi per il Radio Tour.

 

L’INTERVISTA

Sindaco, il presidente Eugenio Scagliusi non ha condiviso la scelta del Radio Tour…

“Lo so, certo. Ma per carità, operiamo sempre con la massima chiarezza, ci confrontiamo. Non sempre abbiamo tutti quanti le stesse idee. Io non lo condivido il percorso di Eugenio in questo senso, perché penso che il fenomeno giovanile vada seguito e anche, perché no, monitorato per bene. Io credo che non sia né la promozione della birra né quantomeno una manifestazione diseducativa. I giovani amano la birra, noi lo vediamo vanno in giro con le bottiglie ed è anche un fenomeno deleterio, ci lasciano tante bottiglie di vetro in giro per il centro storico. Ma c’è questa usanza e, non a caso, l’azienda ha abbinato lo sponsor su una attività che gli porta immagine. Voglio dire, noi non abbiamo né favorito questa divulgazione né abbiamo distorto l’aspetto educativo…

Si ma sui costi, come la mettiamo?

“I costi sono sempre discutibili. A noi, a Polignano, hanno fatto un prezzo diverso, migliore. Ma comunque anche se così non fosse, si fanno queste scelte di organizzare ogni tanto delle manifestazione che vanno un attimino al di sopra dei discorsi medi. Però, in termini di immagine, con la promozione che abbiamo avuto per una settimana intera su Telenorba, con il coinvolgimento dei nostri ragazzi... Io credo che la spesa sia assolutamente consona e comunque fa parte, diciamo, di quegli eventi straordinari che si fanno. Se pensiamo che per il concerto di un cantante, di una sola sera, molti anni fa si pagavano anche 70-80 milioni… beh, credo che il rapporto non stoni affatto. Una tantum si può fare. Staremo a lesinare su altre cose. Come in tutte le famiglie, capita la spesa straordinaria che ha un senso a fronte di un diverso equilibrio quotidiano.”

Che ne pensa dell’operazione NeaPolis? Oggi c’è la conferenza stampa…operazione-neapolis-polignano

“Io credo che quando si ragiona, ci si confronta, si parla, si lavora è sempre bene. Mi auguro che ci sia genuinità dietro, che non ci siano secondi fini. Io credo però che segni una sorta di rassegnazione ad una attività partitica che, invece a mio avviso, rimane primaria e fondamentale. Perché l’attività amministrativa soffre sempre più di presenze politiche qualificanti. Purtroppo il nuovo sistema elettorale, a tutti i livelli, vede sempre di più impegnati gli uomini della società civile, che spesso però denotano carenze nell’amministrare, nel pensare, progettare e programmare una città. Questo fenomeno, questa proposta credo che possa andare bene nel promuovere, nello stimolare il dialogo, il confronto delle idee, il dibattito. Però la formazione degli uomini che devono amministrare una città e svolgere un ruolo amministrativo credo debba in ogni caso appartenere alle formazioni politiche.”

Si riferisce quindi a chi fa parte, in qualche modo, di questo progetto?

“Per quello che mi è parso di capire so che c’è qualche amico che è allettato da questa nuova… ritengo che sia una attività complementare e non primaria. Mi auguro che sia in controtendenza rispetto alle solite cose polignanesi “.

 

Il commento del sindaco Bovino, ai nostri microfoni, a margine della presentazione del cartellone estivo:

“Credo che abbiamo iniziato un grande percorso che è quello di portare, come abbiamo detto già da qualche anno, ma anche quest’anno con Ruggiero, in maniera spedita e piena, un percorso nuovo: quello di fare un’estate polignanese con una direzione artistica, con uno spessore qualitativo elevato, perché si abbia visibilità e platea più ampia e più consona a quelle che sono le nostre disponibilità. Ci siamo sempre accontentati di selezionare tutte le domande che ci arrivavano. Quindi di fare una cernita, ma in definitiva di subire i prodotti che ci venivano offerti e portati all’attenzione. Adesso invece ci poniamo come attori, quindi creiamo un prodotto, un progetto con una proposta.”

 

Tutti i link correlati:

VEDI LA CONFERENZA DELL'ESTATE POLIGNANESE E PRIMI COMMENTI

Commenti  

 
#5 Nicola Menna 2010-06-26 14:24
perchè invece di additare in modo così efferato il livello culturale dei cittadini che anche dissenzienti o dubbiosi esprimono le loro impressioni lor signori non fanno un bagno di umiltà e spiegano concretamente quello che si propone? Mi è stato detto che sul sito di operazione Neapolis avrei trovato tutte le informazioni necessarie lì si dice questo: "Vogliamo spiegare a quanta più gente possibile la nostra idea di una “nuova” Polignano.

Come e qual è l'idea? Unire ogni persona che ha cuore questa bellissima cittadina, gente che voglia far conoscere le proprie idee mettendole a disposizione del bene comune di questa NEAPOLIS che vogliamo e che deve rinascere dalle sue cristalline acque, ombrate da tante promesse fatte e mai mantenute. Mettere insieme ogni testa pensante di Polignano che sia disponibile a progettare e programmare il suo futuro e quello del proprio paese".
Bene chi le rappresenta queste idee?
 
 
#4 Cittadinanza Attiva 2010-06-26 05:11
Sindaco: lei trova "deleterio" che i giovani lascino le bottiglie vuote in giro, tutto qui? Non trova deleterio e vergognoso che, siccome "amano la bi rra" lei e la sua maggioranza gli avete organizzato, senza alcun filtro e c ontrollo verso i minorenni, due serate di costose (2 Euro a bicchiere) bevu te, spendendo anche 10 mila Euro di soldi pubblici! Mentre i vigili erano c omandati a far sostare le auto degli organizzatori, sul Ponte Borbonico e n on murattiano, in isola pedonale che valeva e vale solo per noi comuni mort ali. Ovviamente, il Fede locale ed il legambientalista una volta al mese er ano distratti! Impegnato il primo a fare pezzi ed album fotografici a poten ti e loro accoliti, il secondo a manifestare un servile ambientalismo per n on pagare fitto, corrente e spese varie, come fanno, quasi tutte, le altre associazioni! I preti, i professionisti, i docenti, la buona borghesia, han no niente da dire sugli sfasci etici, morali e non solo, che la Comunità s ubisce!
 
 
#3 nicolateofilo 2010-06-24 16:38
Chiediamo scusa a Nicola Laricchiuta e allo staff di Operazione NeaPolis per il commento firmato 'Operazione NeaPolis' che abbiamo provveduto a rimuovere per la firma non corrispondente al vero.
A breve l'articolo della serata di ieri.
A presto,
La Redazione
 
 
#2 Nicola Laricchiuta 2010-06-24 15:32
Chiunque abbia scritto la nota precedente, firmandosi "Operazione Neapolis" (che ormai ha volti e nomi, almeno 5) non ha niente a che fare con i promotori dell'incontro di ieri sera. Anche perché è evidente che non ha capito un tubo. Perché nessuno ha in mente di portare nulla a qualcuno. Soprattutto all'attuale Sindaco, che continui pure il suo lavoro. E' evidente che ci sono pregiudizi immotivati. E' stato chiarito che non c'è nulla di preordinato o preconfezionato. E' incredibile come il livello culturale di questo paese sia terribilmente basso e non si voglia crescere. Anzi neanche tentare di crescere. Addio.
 
 
#1 &le stelle stanno a guardare.... 2010-06-24 15:04
operazione NeApOlIs= candidatura a sindaco di Eugenio Scagliusi...;-)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI