Martedì 15 Ottobre 2019
   
Text Size

CANTIERE FANTASMA. IL SUV DEL CONSIGLIERE.

cantiere-abusivo-polignano

Un cantiere fantasma, senza DIA (Denuncia d'Inizio Attività), senza uno straccio di cartello affisso che ne indichi progettista, esecutore. In via Porto, nel cuore del centro storico polignanese, di fronte al B&B Casa Dorsi, una impalcatura abusiva esegue lavori per la ristrutturazione della facciata di una residenza con balaustre, metope e balconcini. Il cantiere abusivo non passa inosservato, nel giorno della festa della Repubblica, agli occhi dei numerosi turisti, viandanti disperati lungo il dedalo di viuzze della città antica. via-porto-strettoiaUno spettacolo indecente, quanto imbarazzante per loro e per i residenti che osservano quasi divertiti e un po’ rassegnati.

Dall’estremità del cantiere, infatti, ai gradini in calce bianca scanditi dalla famosa lirica dell’amico Guido il flaneur e dai versi di Benjamin, c’è un intervallo di appena 20 cm. Una strettoia, attraversando la quale alcuni turisti hanno avuto difficoltà a proseguire il loro percorso scomposto: mancano le segnaletiche e da queste parti si chiedono ovunque informazioni per localizzare panoramiche e luoghi d’attrazione. L'impalcatura è ingombrante, un vero ostacolo e un pugno nell'occhio per il decoro e l'arredo urbano.

Poco più avanti, verso il B&B Santo Stefano, un rudere è segnato dal rigonfiamento laterale, con crepe e intonaci che cadono a pezzi.

polignano-scalinata

Non è tutto. Nel giorno della Repubblica non passa inosservato il matrimonio celebrato nella Chiesa Madre, con il suv di grossa cilindrata del consigliere comunale parcheggiato nel centro storico con

l’ingresso dell’arco marchesale transennato e inaccessibile. Senza autorizzazione, senza uno straccio di multa. Pieno giorno festivo, ore 12.45. Solo quando un commerciante richiamerà l’attenzione di alcuni vigili presenti in zona, allora il consigliere manderà uno degli invitati a nozze per far spostare l’auto che sfila da piazza dell’orologio, taglia in due la fiumana e guadagna finalmente l’uscita. Pensare che loro dovrebbero dare l’esempio.

Come biasimare Walter Benjamin: "Non v'è nulla di più epico del mare". Solo quello, s'intende. Tutto il resto è leggendario, quasi cavalleresco.

 

 

 

 

via-porto-polignano

 

 

 

 

 

santo-stefano-centro-storico

Commenti  

 
#5 Cittadinanza Attiva 2010-06-04 21:18
Giorni fa, le scolaresche della Rodari visitarono il centro storico passando in quel ridottissimo e pericolo spazio. Erano accompagnati dai vigili,che vedendo quell'ingombro (come dite nell'articolo, abusivo), non fecero una piega. Interessarono il Comando? "L'imbuto" è rimasto lì, creando difficoltà e rischi per i turisti, gli ospiti (fra questi anche una figura istituzionale) e gli abitanti! Abbiamo visto genitori con i passeggini costretti a piroette incredibili (tanti tornavano indietro)! I vigili devono far rispettare le leggi e le ordinanze! Però chiediamoci, quali sono le indicazioni operative che ricevono? Perché, gli invocati e costosi Pilomat continuano ad essere inutilizzati? Qualche Cons.re Com.le avrà tempo e modo di fare interpellanze in merito?
 
 
#4 osservatore 2010-06-04 19:27
Tutto questo stupore per un suv nel centro storico?...ma se è sempre pieno di auto, c'è chi deve scaricare(magari la spesa), chi deve prendere un parente(perfettamente in grado di muoversi), chi accompagna i bambini dalla nonna, chi deve prendere un caffè ...e visto che fuori non c'era posto, entro, tanto quando e se vengono i vigili, me ne vado...quindi perchè meravigliarsi?
 
 
#3 Gordian 2010-06-04 18:34
Io sono addirittura contento quando eseguono i lavori di ristrutturazione, almeno ci pensano i privati a rendere migliore da un punto di vista estetico il paese.
Per quanto riguarda il consigliere col SUV nel centro storico, rispecchia in toto il modo di far del tipico Polignanese, ma con quale coraggio entrano nel centro storico alla presenza poi di un fiume di gente.
L'ignoranza arriva al tal punto che magari loro si sentono addirittura dei divi nell'auto, magari col braccio di fuori, perchè secondo me bisogna entrare nella loro mentalità per capire il motivo di alcuni atteggiamenti scandalosi agli occhi della gente normale.
 
 
#2 fast 2010-06-04 14:02
Qualcuno avrà chiamato i vigili per questa ristrutturazione pare non autorizzata? Immagino ci sia come minimo una multa salata per lavori non a norma? Redazione potete chiedere ai vigili chiarimenti in merito? o anche i vigili nicchiano? Come per il suv?
 
 
#1 Barrister 2010-06-04 13:41
Che nessuno si permetta di contestare o muovere qualche critica circa la parzialità di certe persone e sul fatto che qualcuna possa essere più zelante verso tal'uno e meno verso tal'altro. In un comune che non cito, una dirigente comunale si è a tal punto risentita dei commenti rivolti da un cittadino verso una sua estemporanea decisione da convenirlo in giudizio. A Polignano ovviamente certe cose non accadono ma prudenzialmente è meglio non criticare troppo: vero?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI