Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

LA DE DONATO TORNA SU GROTTA RONDINELLE

beatrice-de-donato-vitto

'Questo paese riconosce, ossequia, si inchina, onora, regala onori, meriti e licenze ai forestieri.'

 

Beatrice De Donato torna alla carica. Interviene al congresso del Partito Democratico, spiazza la platea e dispensa consigli al centrosinistra su come vincere le prossime elezioni comunali.

“Non sono in grado di porgere il saluto dell’amministrazione - ha esordito - sono venuta per aver ricevuto un invito personale”.

Dopo la melassa, si aggancia a un passaggio della relazione di Antonello Matarrese, segretario uscente del Pd, in merito alla contestatissima pista ciclabile, per spostare abilmente l’attenzione sul caso villa Pedone e Grotta delle Rondinelle, tormentone dell’estate 2009, a quasi un anno dal discusso matrimonio e dall'incalzare del dibattito su abusi e privatizzazione della costa.

LA BENEDIZIONE AL PD - “Sono sempre stata attratta dall’idea del premio nobel per la pace. La politica è diventata il luogo dove se la vuoi fare devi sparare come se si giocasse alla guerra. C’è un valore più alto che è la pace, non perseguita a tutti i costi. Pace come rispetto di noi stessi e condizione per far crescere la comunità. Auguro per questo al paese e al Partito Democratico che questo percorso auspicato da voi venga fatto. Se questa pace è formale e non corrisponde a un cammino autentico di riconciliazione tra voi - ammonisce la vicesindaco, subentrata nell’attuale amministrazione di centrodestra dopo le dimissioni di Modesto Scagliusi e il rimpasto di giunta - continuerà la guerra. Qui come fuori. La mancanza di credibilità passa proprio da questo fatto. Vi auguro di fare un percorso autentico, non di apparenza.”

Dopo l'acqua santa, armeggia la bacchetta e picchia per l’affondo a Pedone (senza mai citare il nome del proprietario della villa), quindi ricorda le dimissioni del precedente vicesindaco per la ‘situazione di Grotta Rondinelle’, teatro suggestivo e crudele dove lo scorso anno si consumò il matrimonio più discusso della stagione, e un ‘consiglio’ per chi raccoglie le firme sulle cose che non vanno a Polignano:

“Per quel che riguarda il resto, quando si raccolgono le firme o si citano le cose che non vanno se ne possono citare alcune e altre. Io penso che se si fa una raccolta di firme su un argomento non opinabile, strumentale, ma serio, si possono raccogliere migliaia di firme. Se si raccolgono le firme sulla pista ciclabile, ecco allora che non si raccolgono le firme sulla situazione della Grotta delle Rondinelle, ovvero sul mettere mani circa la nostra fascia costiera laddove un vicesindaco precedente si è dimesso. Come si fa a essere credibili e alternativi se non c’è uguaglianza? Quindi, una cosa vale l’altra. La credibilità è anche la possibilità di essere alternativi, anche perché la gente non è stupida. Servono programmi seri di tutela dei valori che sono credibili. Altrimenti non si è alternativi a niente. L’augurio che faccio è di focalizzare per il nostro paese ciò che veramente può andare oltre la barricata e raccoglierebbe immediatamente consenso, senza beghe e senza giochi nascosti. Così possiamo fare squadra tutti.”

In realtà, il vero affondo per Pedone (proprietario della villa nei pressi della grotta), severo e imperioso (forte anche del ruolo istituzionale che la De Donato ricopre), arriva qualche secondo dopo e lo riportiamo integralmente.

“Cosa lasciamo ai nostri eredi, se il bene più alto viene privatizzato? Questo paese riconosce, ossequia, si inchina, onora, regala onori, meriti, licenze ai forestieri. Basta che viene un forestiero in questo paese, lo facciamo pure sindaco! Poi, tra di noi a sparare a tutto spiano. Io non sono più disponibile, io voglio riconoscere il valore dei polignanesi e lavorare perché questo nostro paese possa vedere un maggiore rispetto di noi stessi e di tutti noi, e una maggiore indisponibilità a regalare fortune a uno che viene da fuori.” Quando la De Donato parla di forestieri ovviamente il riferimento è palese, inutile ribadirlo.

“Abbassiamo l’egoismo e l’invidia verso gli altri - conclude - e sulle cose vere non saremo mai soli.”

VEDI ANCHE MATRIMONIO A GROTTA RONDINELLE E DISAGI DI UNA ANZIANA, E VOSTRI COMMENTI

CLICCA QUI PER RIVEDERE IL VIDEO DEL MURETTO A SECCO DELLA VILLA

CLICCA QUI: I PRIMI GIORNI DI BEATRICE, SU 'PEDONE GATE'

Commenti  

 
#19 antonio-43 2010-06-11 12:50
Per quanto si sta verificando sulla questione dell'Arch. Pedone, a mio dire, sono esempi che in questo paese non vige la c.d. mafia costituita da personaggi appartenenti a famiglie di chi riposa dietro le sbarre, ma esiste la "MAFIA COSTITUITA DAI COLLETTI BIANCHI". Esterno i fatti: avevo l'invito dell'Arch. Pedone per il giorno 14 c.m. per ammirare lo sparo dei fuochi pirotecnici all'interno della Sua villa e partecipare alla cerimonia di beneficenza organizzata dal F.A.I.. Ebbene, l'Arch. Pedone questa mattina mi ha avvisato di aver rinviato tutta la manifestazione perchè qualche "bravo personaggio" locale (anonimo) gli ha telefonato facendogli intendere di non organizzare nulla altrimenti si sarebbe accollato delle conseguenze negative. Amici concittadini, ma noi abitiamo a "Palermo" o in un paese denominato la "Perla dell'Adriatico? Mi rivolgo al cittadino "Forestiero" interessato incoraggiandolo di andare avanti e non ascoltare questi quattro "maffiosetti" che vogliono impossessarsi della nostra bella cittadina. Arch.Pedone, continua a percorrere la Sua strada d'innovazione e progresso di Polignano e tutti noi saremmo dalla parte della giustizia e legalità, per la tutela della Sua persona. A mio parere, non abolire nessuna cerimonia o invito altrimenti dimostrerà la Sua "debolezza". Vada Avanti!!! continua a progredire questa masseria e quando ci sarà il "cambio di guardia" La faremo cittadino onorario e non "FORESTIERO"....
 
 
#18 calamarata 2010-06-11 10:26
Arrivano i mia culpa?
Adonordelvero siete proprio caduti nel ridicolo.
La De Donato si assuma la responsabilità delle proprie dichiarazioni ca' nisciun e fess.
Stendiamo un velo pietoso.
Per notizia mi è giunta voce che, siano giunte intimidazioni poco signorili.
Arrivano i TAPIRI o gradite i PROVOLONI ?
 
 
#17 adonordelvero... 2010-06-10 14:37
Credo francamente che alcuni dei commenti precedenti abbiano travisato il senso delle osservazioni della De Donato.. e che lo stesso arch. Pedone ne abbia fatto una questione personale che in realtà non è. Chi conosce il viceSindaco sa che per formazione culturale e indole caratteriale non è certo persona che possa essere tacciata di “paura dello straniero” o “campanilismo fine a se stesso”! Rileggete l’articolo, parlava di un certo modo di fare opposizione, invitando i suoi interlocutori a soffermarsi sulla necessità di tutelare sempre e al di là delle speculazioni politiche il bene collettivo più prezioso di Polignano: LA COSTA.
Ha parlato di UGUAGLIANZA nelle forme di reazione e di risposta della politica rispetto alla violazione degli interessi dei cittadini…del resto, dove sono i commentatori dell’anno scorso sulla nota vicenda del matrimonio al Plenilunio? E tutti quelli che si lamentavano del fatto che da un tratto di muretto a secco su via San Vito da un giorno all’altro non si vedeva più il mare?
Quanto al Plenilunio a Mare è già “aperto” da diverso tempo, basta organizzare una festa privata, con 250 ospiti, catering e camerieri in livrea …a proposito di arroganza e di rispetto delle regole…:-)))
 
 
#16 ...il silenzio... 2010-06-10 12:49
Io sono convinto che la bravura dell'Arch. Pedone sarà quella di portare i nostri politici difronte alla realtà che polignano richiede. Non li "farà sparire questi quattro******" ma li porterà alla ragione della loro presunzione, arroganza ed ignoranza. Questi tre "Re Maggi" che comandano in polignano nessuno dona a "Gesù Bambino" i propri "doni", ma offrono a Polignano ed ai suoi residenti solo: illegalità, ingiustizia ed esempii di "associazione a delinquere di stampo mafioso", altro che amministratori di una comunità!!! A questo punto, cittadini di polignano "elogiamo" solo ed esclusivamente chi ci dona "lustro, innovazione culturale,legalità e giustizia". Sicuramente ci sentiremo figli della nostra terra!!! Gent/ma Preside i "forestieri" e gli extracomunitari sono esseri umani che vivono su questo pianeta, non sono nè bestie e nè esseri anormali, pertanto li consideremo nostri fratelli!!! Preside, la Sua religione che fine ha fatto? la sete di "Potere" dà alla testa? comunque, La stimo e La rispetto....
 
 
#15 ... 2010-06-09 23:21
Vai Architetto!Fai sparire questi quattro ****** dal nostro paese!!!Nel 2010 non si può essere ***** come si sta dimostrando la nostra DeDonato!!!Ma che straniero?!?!?Io darei nelle tue mani tutto il Nostro paese per trasformalo perchè oggi Polignano non offre niente nè a noi nè ai turisti!!Ma quando torneranno più questi turisti?!?!?Apri Plenilunio al Mare!!Sarà l'unico posto di cui potrà vantarsi Polignano!
 
 
#14 ... 2010-06-09 22:59
"meraviglioso.." recitava un noto testo dell'artista noto a tutti noi.. Emozioni così grandi d'altronde poteva regalarcele soltanto una persona fuggita dalla sua terra per andare a cercare fortuna altrove, siamo alle solite.. le ns menti sebben così acute ed attente alle evoluzioni epocali, rimangono ancora una volta, e per volere di pochi eletti.. arginate. invito alla riflessione i giovani professionisti o presunti tali... polignanesi!
 
 
#13 Divino 2010-06-09 00:02
Vai Architetto!Fai sparire questi quattro ****** dal nostro paese!!!Nel 2010 non si può essere ***** come si sta dimostrando la nostra DeDonato!!!Ma che straniero?!?!?Io darei nelle tue mani tutto il Nostro paese per trasformalo perchè oggi Polignano non offre niente nè a noi nè ai turisti!!Ma quando torneranno più questi turisti?!?!?Apri Plenilunio al Mare!!Sarà l'unico posto di cui potrà vantarsi Polignano!
 
 
#12 Gina, Tommaso ed Oronzo 2010-06-08 17:03
Caro Architetto se i tuo concorrenti sono *******************. Vai avanti realizza Plenilunio al Mare e metti a tacere questi politicanti da 4 soldi....
 
 
#11 Architetto Ferdinando Pedone 2010-06-08 04:49
Approfitto per invitarvi tutti voi lettori di Polignanoweb a casa mia dalle ore venti in poi, accesso da Via San Vito 64, per conoscerci per farvi vivere e condividere con voi le emozioni che si possono creare sul territorio del nostra città, per apprezzare la processione a mare di San Vito,i fuochi e tante altre sorprese insieme con i miei amici. Vi aspetto.
 
 
#10 Architetto Ferdinando Pedone 2010-06-08 04:28
Il "forestiero" o forse il concorrente ristoratore più temuto da alcuni ristoratori locali? Mi sorprende che una donna di cultura con un ruolo all'interno della scuola cosi significativo possa esprimersi in tale modo! Ma ancora di più mi sorprende come senza conoscermi, senza conoscere i miei interventi o i miei progetti per Polignano possa giudicarmi. Spero accetti l'invito da parte della Dottoressa Ressa a partecipare alla giornata del Fondo Ambiente Italiano che ospito a casa mia il 14, giornata dedicata alla processione a mare di San Vito e che possa condividere con tutti noi una realtà che ho creato già condivisa e apprezzata da tanti.
 
 
#9 calamarata 2010-06-07 06:47
Cara Sig.ra De Donato, in realtà non riesco a dare un senso logico al suo attaco personale nei confronti dell'Arch. Pedone.
Io le consiglio di non mischiare il privato con il pubblico perchè i Polignanesi non la pensano come Lei.
Approfitto per congratularmi con l'Arch. Pedone per l'impegno preso anche per il sociale......
 
 
#8 fast 2010-06-06 13:41
Qui si parla di chi furbescamente o no ci ha visto lungo a suo tempo accaparrandosi una bellezza del genere (la grotta delle rondinelle)...forestiero o no, i nostri politici avrebbero dovuto anzitempo preoccuparsi di salvaguardare le nostre coste, anche in termini di proprietà, diritti privati etc...per non parlare dei notabili del paese con ville lungo la strada per san vito con accesso diretto al mare e spiaggia privata.vogliamo parlarne?? Ecco perchè non si realizzano accessi al mare per la gente, tanto loro ce li hanno già!!
 
 
#7 un altro che viene da fuori 2010-06-04 13:59
chi viene da fuori ha meno diritti dei Polignanesi? è incredibile il livello terra-terra dei discorsi di questa........
 
 
#6 UNO CHE VIENE DA FUORI 2010-06-04 02:55
REGALARE FORTUNE A UNO CHE VIENE DA FUORI. Prima di tutto le fortune sono state regolarmente acquistate con soldi propri (e non ereditate) e ristrutturate con capacità intellettuali proprie. Secondo pensate che a polignano ci sia gente in grado di acquistare e trasformare quei posti in quel modo??????????? Terzo anche grotta ardito è un bene di tutti ma di proprietà, come la grotta palazzese, il porto turistico, ecc. Quarto ed ultimo punto non dimenticate che a cena a casa Pedone ci andate tutti politici e dirigenti quindi basta con questa storia e tacete.
 
 
#5 la villa rosa 2010-06-04 00:05
La De Donato piange ancora la mancata eredita' della casa rosa oggi in proprieta' dell'arch. Pedone. Vi chedo, ma non pensate che personaggi rari del calibro dell'Arch. Pedone debbano essere sostenuti ed incitati ad abbellire tutti quei luoghi interessanti del nostro paese????? la proprieta' della grotta delle rondinelle risale a molti anni fa', perche' solo ora i signori della politica si pongono questo problema???? Forse perche' il nuovo proprietario non fa' parte della loro squadra???????
 
 
#4 Cittadinanza Attiva 2010-06-03 22:21
La vicenda e le vicende -mai risolte!- che attanagliano questa come le amministrazioni del passato fanno (é una via di fuga?) vaneggiare. La De Donato invita ad essere uniti contro i forestieri; se é un'autocritca dei suoi trascorsi politici (Sindaco Putignano docet) va bene! Per quanto riguarda l'iniziativa della raccolta firme (S)parla senza sapere. Non avendo firmato ignora che in quella petizione é presente anche l'atavico problema degli accessi al mare. Per quanto riguarda "il caso Pedone" altri, compresi i suoi colleghi di coalizione e giunta lo hanno servito e riverito, quindi ne tragga le conseguenze!
 
 
#3 banksy 2010-06-03 20:49
La qualità dell'articolo determina la qualità dei commenti.
Cercare delle impossibili verità oggetive,che nessuno potrà mai elaborare
è troppo facile,posso benissimo scrivere che nelle scuole medie l'anno
scolastico è finito da un mese perchè alle nove vengono chiamati i genitori
per ritirarsi i figli o quel bagno(gli altri sono ancora rotti)è stato
riparato per merito personale,dei libri di testo,della sanita, educazione
civica.Troppo facile.lasciarsi prendere dalla smania di protagonismo senza
propositi originali per farsi bella davanti una platea vuol dire che nella
politica non c'è più selettività meritocratica.
 
 
#2 che ipocrisia... 2010-06-03 20:33
se la De Donato oltre a pronunciare queste belle parole direi quasi da statista: "Questo paese riconosce, ossequia, si inchina, onora, regala onori, meriti, licenze ai forestieri. Basta che viene un forestiero in questo paese, lo facciamo pure sindaco!....io voglio riconoscere il valore dei polignanesi e lavorare perché questo nostro paese possa vedere un maggiore rispetto di noi stessi e di tutti noi..." le praticasse per davvero, senza se e senza ma, allora saremmo per davvero di fronte ad una grande donna delle istituzioni; purtroppo nella realtà, ella siede ancora fianco a fianco a quei personaggi pieni di ombre, ci aspettiamo a questo punto un concreto segnale che dia seguito e coerenza a quanto esternato dalla vicesindaco...
 
 
#1 grotta rondinelle libera! 2010-06-03 19:09
penso che la frase della settimana, e destinata a passare alla storia, sia proprio questa della de donato. 'Questo paese riconosce, ossequia, si inchina, onora, regala onori, meriti e licenze ai forestieri.'

ben detto! sono d'accordo con il vicesindaco.

giulio
ps- perchè nessuno raccoglie le firme per questo scempio?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI