Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

OMICIDIO MARIA MANCINI: OGGI ASSEMBLEA

polidream_logo_410_x_200
Polidream Assoutenti e Comitato del Centro Storico e Gelso ha indetto un'assemblea generale per oggi 3 giugno 2010 ore 20.00, a proposito dell'aggressione subita dalla signora Maria Mancini il 7 maggio scorso, delle cui indagini, ancora in corso di svolgimento nel massimo riserbo, non si hanno praticamente notizie. Il caso infatti, rischia di finire nel dimenticatoio, mentre sul fronte dell'ipotesi di malasanità avanzata dalle nostre testate Polignanoweb e Monopolitube, non ci sono ancora riscontri e indizi certi.
All'assemblea di domani parteciperanno il figlio, il signor Giannuzzi e Don Gaetano Luca.
Qualche settimana fa l'associazione Polidream aveva lanciato un appello al sindaco, inascoltato, affinchè dichiarasse il lutto cittadino.
Pubblichiamo, in basso, il comunicato dell'associazione Polidream.
__________________________________
Dopo l'efferato omicidio dell'anziana signora residente nel centro storico di Polignano a Mare, Polidream Assoutenti, che sovrintende il Comitato del Centro Storico e Gelso, indice un'assemblea generale per il 3 giugno 2010, presso Palazzo S. Giuseppe, posto all'ingresso dello stesso Centro Storico.

All'assemblea saranno presenti anche il figlio dell'amata signora deceduta e il Parroco della Chiesa Matrice, Don Gaetano Luca, che tenne una sofferta e lucida omelia in occasione della messa funebre.

Il tema all'ordine del giorno sarà:

DOPO L'OMICIDIO DI VIA RANUNCOLO: BASTA CON L'ILLEGALITA' E L'INSICUREZZA NEL CENTRO STORICO E GELSO!

I due quartieri in questione sono quelli turistici per antonomasia, ma nello stesso tempo sono quelli più pieni di problemi: atti vandalici, furti nelle abitazioni, disturbi della quiete pubblica, occupazioni indebite di suolo pubblico da parte di alcune attività commerciali, mancanza di bagni pubblici, sporcizia, presenza di ratti e blatte, muri imbrattati da scritte, problemi di traffico, viabilità e parcheggi, sono solo la punta di un iceberg, o meglio di una polveriera pronta a scoppiare e a scatenare altri fenomeni cruenti.

Il Comitato è nato nel 1998, sull'onda del benvenuto, ma anche anarchico e sregolato, sviluppo turistico, e sin dall'inizio ha posto l'accento sulla regolamentazione e sulla qualità della vita di residenti e turisti stessi.

L'attuale Amministrazione ha avuto il merito di dare un quadro normativo alle occupazioni di suolo pubblico, agli orari degli esercizi commerciali e all'inquinamento acustico dovuto alla musica suonata nei locali. Ma nello stesso tempo non ha investito alcuna risorsa per il controllo e il rispetto di tali disposizioni.

Ci vuole la videosorveglianza, soprattutto negli angoli più bui dei due quartieri; ma ancora di più ci vogliono i vigili di quartiere. Qualsiasi malintenzionato che sappia che la zona è presidiata dalle forze dell'ordine, ne starà ovviamente alla larga!

Invece oggi assistiamo alla totale assenza dei vigili proprio nelle ore più calde (il pomeriggio, la tarda sera e la notte).

Insomma, è venuto il momento di dire BASTA!!!

E Polidream Assoutenti lancia questo grido d'allarme non solo a Polignano a Mare, ma anche in tutte quelle città che hanno gli stessi, identici problemi. Pensiamo a tutte le località marino-turistiche, a cominciare da Bari, che lamentano le medesime questioni di insicurezza ed invivibilità.

Creeremo dei Comitati di Quartiere in tutte queste realtà, in modo che il movimento d'opinione e di protesta diventi un'onda d'urto regionale, e che anche gli Enti come Provincia e Regione pensino a regolamentare la materia e a tutelare la qualità della vita dei centri storici e turistici.

--------------------------------------------------------
POLIDREAM ASSOUTENTI
Via Falcone, 12
70044 Polignano a Mare (BA)
tel/fax 080.424.83.62
www.polidream.org - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.assoutenti.it

Commenti  

 
#3 Gordian 2010-06-03 22:59
Beh...effettivamente lì dove abitava la nonnina c'è una lucetta fatta diciamo molto artigianalmente che dovrebbe illuminare tutto il quartiere, la zona è molto ma molto trascurata eppure non si tratta neanche di una viuzza interna ma che ha una uscita diretta in Via Roma che dovrebbe essere una via principale e forse una delle vie più importanti del centro storico.
Se non ci sono soldi si può benissimo togliere un pò di illuminazione da Piazza San Benedetto(che è qualcosa di esagerato) e distribuirla nelle zone dove scarseggia l'illuminazione.
Tra l'altro quella zona da un pò di tempo è meta di ragazzetti che la sera si riuniscono là e non si riesce a capire cosa combinino perchè appunto non si vede una mazza.
 
 
#2 pacifico fuori dal coro 2010-06-03 22:18
bisogna anche tenere d'occhio il bilancio...non si puo' decidere di istituire vigili di quartiere, videosorveglianza e tutto come risposta all'accaduto. i provvedimenti costerebbero tantissimo alle casse comunali, nella maggior parte del tempo sarebbero inutili (non succede qualcosa ogni ora, ma nemmeno ogni giorno o ogni mese). qualche piccolo lavoro si puo' fare... illuminare zone buie, segnalare ai CC zone da controllare con più frequenza perchè più rischiose e già sarebbe qualcosa
 
 
#1 Gordian 2010-06-03 19:17
Secondo me basterebbe mettere dei lampioni dove mancano in modo da illuminare decentemente alcune strade.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI